Normative

Gli aggiornamenti di leggi e decreti che riguardano il mondo dei vini, degli spiriti e degli aceti

E' stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana del 21 aprile 2020 il decreto n. 20079 dell’8 aprile 2020, con il quale il Ministero ha approvato le modifiche ordinarie al disciplinare di produzione dei vini a DOC Vin Santo di Montepulciano.

In particolare, si segnala che, con la predetta pubblicazione in Gazzetta ufficiale, per i vini a DOC Vin Santo di Montepulciano è obbligatorio riportare in etichetta il termine geografico Toscana.

Più precisamente, ai sensi dell’art. 7 del disciplinare nella sua versione consolidata, nell’etichettatura deve essere sempre scritta integralmente la seguente dicitura e secondo la successione di seguito indicata:

  • Vin Santo di Montepulciano;
  • Denominazione di Origine Controllata (oppure l’acronimo DOC);
  • Toscana.

Si ricorda, inoltre, che il termine Toscana deve figurare in caratteri dello stesso tipo, stile, spaziatura, tonalità ed intensità colorimetrica, rispetto a quelli utilizzati per la scritta Vin Santo di Montepulciano

Inoltre il termine Toscana deve figurare in caratteri maiuscoli e/o minuscoli uniformi, rispetto a quelli utilizzati per la scritta Vin Santo di Montepulciano, e su uno sfondo uniforme per tutta la sequenza di indicazioni elencate al primo paragrafo, nonché deve figurare in caratteri di altezza non superiore rispetto a quella utilizzata per la scritta Vin Santo di Montepulciano. Nel caso in cui i termini che compongono il nome Vin Santo di Montepulciano abbiano altezze diverse, l'altezza del termine Toscana non deve essere superiore all’altezza del termine Montepulciano.

Si precisa, infine, che il predetto obbligo fa comunque salvo lo smaltimento delle etichette non riportanti il termine Toscana, nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • le etichette in questione devono essere riferite alle sole produzioni derivanti dalle vendemmie 2017 e precedenti per il Vin Santo di Montepulciano, dalla vendemmia 2015 e precedenti per il Vin Santo di Montepulciano tipologia riserva e dalla vendemmia 2014 e precedenti per il Vin Santo di Montepulciano tipologia occhio di pernice, nonché essere detenute negli stabilimenti delle ditte interessate antecedentemente alla data del 30 giugno 2020;
  • le relative partite di vino devono essere confezionate entro la data del 30 giugno 2022.

In allegato copia del decreto con annessa la versione consolidata del disciplinare di produzione.

 

Al via le domande per contributi a Comunità Energetiche Rinnovabili (Cer)

10-04-2024 | Normative

Sul sito del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase)...

Da maggio in vigore l’accordo di libero scambio tra Ue e la Nuova Zelanda

10-04-2024 | News

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 9 aprile 2024 è...

Investimenti e ristrutturazione vigneti: i chiarimenti Agea

10-04-2024 | Normative

Nel corso della settimana è stata pubblicata sul sito di...

Il tappo a vite celebra i 60 anni, oggi adottato in 40 paesi

10-04-2024 | Trend

Quest'anno ricorre il 60° anniversario dell'adozione dei tappi a vite...

Anche il Portogallo, ottavo paese europeo, adotta il Nutriscore

10-04-2024 | News

Anche il Portogallo ha adottato il Nutriscore, l’etichettatura “a semaforo”...

Ministro delle Finanze della Repubblica Ceca favorevole a una tassa sui vini fermi

08-04-2024 | Estero

Il Ministro delle Finanze della Repubblica Ceca, Zbyňek Stanjura si...

Please publish modules in offcanvas position.