News

Il Ministero russo dell’Agricoltura sta lavorando ad una bozza di legge contenente restrizioni sui vini fermi, i vini spumanti e i vini liquorosi importati a partire da gennaio 2019.

Il provvedimento avrebbe l’obiettivo di sostituire le importazioni provenienti sia dall’Europa che da altri Stati esteri con le produzioni originarie dell’Unione economica euroasiatica composta dalla Repubblica di Armenia, la Repubblica di Bielorussia, la Repubblica del Kazakistan e la Federazione russa. Nei primi quattro mesi dell'anno le nostre esportazioni verso la Russia hanno già registrato un calo del 7,3% (vini e mosti): calo particolare per i vini aromatizzati (-78,6%) mentre continua l'ottimo andamento degli spumanti (+24,4%). Nel 2017 il nostro export aveva ottenuto una buona crescita rispetto all'anno precedente (vedi grafico). E l'Italia era riuscita a a mantenere invariata la quota di mercato, pari a circa il 30%. La Russia - come segnalail sito I numeri del vino - è uno dei pochi mercati nel mondo dove si bevono più spumanti italiani che francesi: 87 milioni di euro e 226mila ettolitri nel 2017, a rappresentare rispettivamente il 60% e il 68% del totale del mercato. 

Russia: in arrivo nuove restrizioni sulle importazioni di vino

Schermata 2018 09 20 alle 17.25.27 Il nuovo provvedimento aumenterebbe la presenza di vini di provenienza euroasiatica, incentivandone la produzione, grazie anche alle condizioni climatiche favorevoli di quei territori. (Fonte: FIVS)

Ue prevede una contrazione fino al 16% del commercio mondiale nel 2020

05-06-2020 | News

La Commissione europea ha pubblicato un secondo report (tradoc_158764.pdf)  sull'impatto...

Regno Unito: il Governo fornisce elenco di agenti doganali e corrieri espressi accreditati

05-06-2020 | Estero

Il Governo britannico mette a disposizione un elenco di agenti...

La bellezza di Riale e la Val Formazza

05-06-2020 | Itinerari

Riale, in Val Formazza, è il comune più settentrionale del...

Birmania, liberalizzate le importazioni di liquori stranieri

04-06-2020 | Estero

Continua il percorso di apertura del mercato birmano, con l’abrogazione...

Un Cognac pre-rivoluzione francese va all'asta per 150mila dollari

04-06-2020 | Arte del bere

Quasi 150mila dollari per un Cognac pre-rivoluzione francese. È quanto...

Dazi Usa: riprendere al più presto il dialogo tra Ue e Washington

04-06-2020 | News

L'urgenza di fronteggiare l'epidemia mondiale da Covid-19, come ben comprensibile...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection