News

Intervista a Gabriele Barbaresco, responsabile Area Studi Mediobanca.
I dati Mediobanca rivelano che l’industria del vino italiano ha una redditività superiore a quella del settore alimentare, grazie a un più alto rapporto tra Margine Operativo Netto (MON) e Valore Aggiunto che oggi ha raggiunto quota 44 contro il 30,6 del food nel suo complesso. Ma il mondo del vino si differenzia anche per la dimensione del capitale immobilizzato (vigneti, magazzino…). Costi di struttura e un capitale investito ragguardevoli: tanto che il rapporto tra valore generato in azienda e il capitale necessario per generarlo resta penalizzante nel vino rispetto al food (18,5% contro 22,5).  Eppure, non si può non puntare oggi su quei servizi fino a pochi anni fa definiti accessori. Che fare?

Nel video scopri come.

 

Lorenzo Barbero nuovo presidente del Consorzio Asti Spumante e Moscato d’Asti Docg

23-01-2021 | Trend

Lorenzo Barbero è il nuovo presidente del Consorzio per la tutela dell’Asti...

Ismea: -3,4% l'export di vino nei primi dieci mesi del 2020

22-01-2021 | News

Ismea conferma anche ad ottobre il calo delle esportazioni di vino...

Mega cantina nell'Oxfordshire per i Beckham

22-01-2021 | Arte del bere

Molte star dello spettacolo e dello sport sono appassionate al...

Accesso al credito facilitato per le aziende del Nobile di Montepulciano

22-01-2021 | News

Rafforzare l'accesso al credito per le aziende della filiera vitivinicola...

Via libera al decreto Fermentazione vini

22-01-2021 | Normative

Intesa raggiunta in Conferenza Stato-Regioni sul decreto ministeriale che regola...

Faq Covid: asporto fino alle 22, ma vietato ai bar senza cucina

22-01-2021 | News

"La vendita con asporto è possibile anche dalle 18.00 alle...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.