News

La Commissione europea ha recentemente adottato il programma di lavoro 2024 relativo alla politica di promozione orizzontale dei prodotti agroalimentari eliminando dal testo della misura il riferimento alla correlazione tra rischio di cancro e bevande alcoliche che inibiva la partecipazione di alcuni comparti.

Ai fini della realizzazione del suddetto programma sono stati stanziati circa 185,9 milioni di euro per la valorizzazione dell’intero settore.

Le campagne di promozione dei prodotti agricoli dell'UE devono essere concepite in modo da aprire nuove opportunità di mercato per gli agricoltori dell'UE e per l'industria alimentare dell'UE in generale, nonché per aiutarli a garantire le loro attività esistenti. Oltre ad aumentare la produzione e il consumo sostenibili di prodotti agricoli, la politica di promozione sostiene anche la ripresa sostenibile del settore agroalimentare dell'UE in un contesto economico difficile.

Gli importi disponibili per le campagne selezionate nel 2024 sono suddivisi tra promozione nel mercato interno dell'UE e nei Paesi terzi, con 81,3 milioni di euro e 85,1 milioni di euro rispettivamente. Al di fuori dell'UE, i Paesi e le regioni con un elevato potenziale di crescita sono stati identificati come obiettivi principali della promozione. Tra questi, Cina, Giappone, Corea del Sud, Singapore e Nord America. Il Regno Unito rimane uno dei principali mercati di esportazione per i prodotti agroalimentari dell'UE, assorbendo oltre il 20% delle esportazioni dell'UE27.

La Commissione europea cofinanzia fino all'80% dei progetti selezionati presentati da operatori privati e gestisce anche le proprie campagne di comunicazione nei Paesi terzi. Tali attività possono includere la partecipazione a fiere agroalimentari, l'organizzazione di delegazioni commerciali nei Paesi terzi e lo sviluppo di manuali di ingresso al mercato per gli esportatori.

Le campagne promozionali selezionate per il 2024 dovrebbero riguardare prodotti provenienti da pratiche agricole sostenibili, che contribuiscono a ridurre la dipendenza da pesticidi e antimicrobici, a minimizzare la fertilizzazione e l'inquinamento idrico, a ridurre le emissioni di gas serra, a potenziare l'agricoltura biologica e a migliorare il benessere degli animali. 62 milioni di euro saranno destinati specificamente a tali prodotti agroalimentari realizzati in modo sostenibile, di cui 42 milioni di euro per i prodotti biologici. Uno dei risultati attesi è l'ulteriore aumento del riconoscimento del logo biologico dell'UE da parte dei consumatori europei e del consumo di prodotti biologici, in linea con il piano d'azione dell'UE per la produzione biologica.

 

Fonte: €186 million promoting agri-food products in and outside EU (europa.eu)

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.