News

Sanguis Jovis - Alta Scuola del Sangiovese è il primo Centro Studi permanente sul Sangiovese, il vitigno più coltivato in Italia. Il progetto nasce dal desiderio di accrescere e diffondere la cultura del Sangiovese in Italia e nel mondo, attraverso la ricerca scientifica, la comunicazione della conoscenza e l'alta formazione.

La ricerca scientifica costituisce il cuore pulsante di Sanguis Jovis. Si basa su progetti originali, concepiti e interamente realizzati con il supporto di studio­si italiani e strenieri. Merito, robustezza e rilevanza sono le tre parole d'ordine.

Attraverso le Summer e le Winter School Sanguis Jovis intende formare i professionisti del Sangiovese per il secondo Millennio. Persone solide nella preparazione, aperte al nuovo, ricche nelle culture di riferimento. 

Ne 223, tramite lezioni frontali, casi di studio, visite e confronti diretti con i protagonisti del corso, si esploreranno le diverse vie attraverso le quali la digitalizzazione cambierà il futuro del vitigno Sangiovese.

Le lezioni si svolgono ogni giorno dalle 9 alle 18 presso la sede di Ocra - Officine Creative dell'Abitare e in trasferta presso aziende vitivinicole partner. 

Fisico e digitale, due dimensioni con-presenti nell'agire umano e ch tendono a fondersi, sono l'argomento di quest'anno. Ciò crea esperienze totalmente nuove, ma più spesso genera il rinnovamento di pratiche preesistenti, cui la digitalizzazione offre opportunità sorprendenti. Essa, infatti, ridisegna i processi primari - dall'agricoltura di preci­sione all'irrigazione intelligente, dalla block chain alla coltivazione verticale: migliora la trasformazione della materia prima - dall'uso di sensori alla robotica applicata, passando al cloud e alla realtà virtuale -; potenzia la capacità di gestire le relazioni di mercato - dalla personalizzazione della comunicazione alla filiera logistica, fino all'invenzione di esperienze di consumo lmmersive.

E tutto ciò mentre lo spirito dei tempi rivaluta la dimensione "naturale " del vivere e il vino è spesso testimone di questo recupero. Riflettere su questo iato è l'ambizioso obiettivo della nuova edizione della Summer School Sanguis Jovis, che coniuga terra e tecnologia, per realizzare viticoltura ed enologia basate solo su risorse naturali e genetiche, "semplificando" la complessità intrinseca del vino.

Si scoprirà allora che "naturalità" e "naturale" non sono affatto sinonimi, anzi, potrebbero risultare ossimori. La conciliazione può trovarsi nella vocazionalità del luogo in grado di valorizzare il vitigno (Sangiovese). Innovazione digitale genetica: strumenti per scoprire la verità che è in un vino.

La parteciazione è gratuita e la domanda di ammissione può essere inoltrata entro e non oltre l'18 giugno 2023.

Scaria il programma.

Scarica la presentazione.

 

 

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.