News

Le Autorità colombiane hanno deciso di annullare la richiesta di uno specifico certificato di buona prassi di fabbricazione, previsto dal decreto 1686 del 2012 e successive modifiche, chiarendo che permane il rispetto dei requisiti sanitari da parte dei produttori che esportano in Colombia.

Sarà pertanto emesso un nuovo decreto che confermerà lo status quo. Le Autorità colombiane hanno comunicato che "da parte del Ministero della Salute e della Protezione Sociale e di Invima, è stata predisposta una bozza di provvedimento che stabilisce la modifica del Decreto 1686 del 2012 e di conseguenza dei Decreti 1366 del 2020 e 162 del 2021, in cui viene eliminato il requisito della certificazione delle buone pratiche di fabbricazione, chiarendo che ciò non implica il mancato rispetto dei requisiti sanitari da parte dei produttori, dando continuità alla verifica da parte dell'autorità sanitaria sui prodotti nazionali e importati di bevande alcoliche. Tuttavia, nonostante gli sforzi per emanare questo Decreto prima della data del 14 febbraio 2023 (entrata in vigore), è imperativo rispettare le procedure amministrative e regolamentari secondo le buone pratiche normative, una situazione che ha prolungato i tempi previsti.  Tuttavia, mentre la procedura amministrativa viene rispettata, lavoreremo in coordinamento con Invima, in modo da non creare ostacoli al commercio di questi prodotti a livello nazionale. Speriamo di aver fornito la tranquillità che gli esportatori e i produttori nazionali richiedono, e speriamo di notificare l'emissione dell'atto amministrativo il più rapidamente possibile".

Foto Unsplash

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.