News

Il governo britannico sta valutando la possibilità di posticipare a gennaio 2024 l'introduzione delle etichette di importazione per il vino dell'Ue, che dovrebbe entrare in vigore il 1° ottobre.

L'eventuale dilazione significherebbe che le bottiglie di vino e alcolici di produttori dell'Ue saranno consentite sul mercato del Regno Unito se includono indirizzi Ue relativi all'importatore o all'operatore del settore alimentare per alcolici e prodotti non vinicoli e all'importatore o imbottigliatore di vino per un costo aggiuntivo 15 mesi.

A seguito della Brexit, le norme sull'etichettatura dei vini dell'Ue sono state integrate nel diritto del Regno Unito, il che significa che i vini dell'Ue venduti ai consumatori del Regno Unito richiederebbero l'indirizzo di un venditore o importatore con sede nel Regno Unito sull'etichetta, al fine di consentire al consumatore di ricorrere a un'azienda con sede nel Regno Unito in nel caso in cui sorgano problemi con il prodotto.

Tuttavia, ciò significava che sarebbe stato necessario utilizzare etichette separate per le bottiglie destinate al mercato del Regno Unito, una mossa che potrebbe costare agli importatori e ai commercianti di vini pregiati decine di migliaia di sterline, in particolare per coloro che commerciano in piccole quantità o acquistano/vendono prodotti nel mercato secondario.

Per essere applicata in tutta la Gran Bretagna, la misura deve essere approvata dal governo gallese e scozzese.

 

L'enologo siciliano Pietro Russo terzo Master of Wine Italiano

26-02-2024 | Arte del bere

Pietro Russo, rinomato enologo siciliano, ha ottenuto il prestigioso titolo...

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.