News

Il pericolo è che si inizi con il sistema a semaforo e si finisca con una fiscalità diversa". È l'allarme lanciato dal ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli in un incontro alla Stampa estera per sensibilizzare sul sistema di etichettatura Nutriscore su cui Bruxelles si dovrà esprimere nel secondo semestre dell'anno prossimo. Il ministro ha lanciato un appello agli agricoltori e ai consumatori europei "affinché l'etichettatura a semaforo non sia solo un problema italiano ma di tutti", perché l'Unione europea ha tante diverse eccellenze agroalimentari.

Il rischio che corriamo - ha poi spiegato Patuanelli a margine dell'incontro - è che il sistema a semaforo possa essere utilizzato poi per altri elementi, come appunto la fiscalità e il posizionamento dei prodotti nellìe-commerce. "Già oggi vediamo che su molte piattaforme di vendita tra le varie opzioni si può selezionare un prodotto anche rispetto al colore del semaforo; quello è un sistema di condizionamento nelle scelte alimentari e non certo di informazione del consumatore". Il ministro ha ammesso che "alcuni prodotti alimentari potrebbero avere dei vantaggi dal fatto di avere il semaforo verde e su questo è in corso un dibattito a Bruxelles, seppure un po' nascosto". Patuanelli ha infine sottolineato che "non dobbiamo perdere l'occasione di avere in Europa un unico sistema di etichettatura sui prodotti alimentari".
Non va dimenticato che in Francia il Nutriscore indica le patatine fritte come più salutari del nostro olio extravergine. E le decisioni che dovrà prende la Ue avranno un impatto rilevante su moltissimi prodotti made in Italy. ’EFSA, l’autorità dell’UE per la sicurezza alimentare, ha aperto ieri una consultazione pubblica relativa alle caratteristiche della futura etichetta UE sulle caratteristiche nutrizionali dei prodotti. 

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.