News

Recentemente sono state pubblicate dalla stampa russa alcune notizie che preannunciano l’intenzione di applicare dazi ad alcuni beni di consumo di provenienza europea.

A seguito di primi approfondimenti, tuttora in corso, è emerso che la misura daziaria potrebbe colpire talune tipologie di vini, inclusi gli spumanti, il Whisky, il Cognac e bevande contenenti alcole di distillazione, presentate in recipienti di capacità =< 2 litri.

Tale proposta è stata generata dalla proroga, fino a giugno 2024, delle misure di salvaguardia Ue sulle importazioni di acciaio, provenienti dalla Russia, che fissano un dazio al 25% oltre la soglia quantitativa consentita.

Al momento non sono state rese note comunicazioni ufficiali.

Per il centenario Oiv lancia un concorso fotografico sul cambiamento climatico

24-05-2024 | News

Nell’ambito del Centenario dell’OIV e dell’Anno internazionale della vigna e...

Cina, la lenta avanzata dei wine bar

24-05-2024 | Trend

Continua la crescita dei bar in Cina. La “Guida ai...

Scoperte in una cantina austriaca ossa di mammut di 40mila anni fa

24-05-2024 | Trend

Un viticoltore austriaco ha fatto una scoperta spettacolare durante i...

Centenario per Martinotti, il padre della spumantizzazione italiana

24-05-2024 | Arte del bere

Sono in molti a ritenere che Federico Martinotti non abbia...

Emanuele Orsini eletto nuovo Presidente di Confindustria

24-05-2024 | News

L'imprenditore emiliano Emanuele Orsini, attivo nei settori dell'edilizia in legno...

Prezzi delle bevande alcoliche in Canada: la risposta del board dell’Ontario ai produttori

22-05-2024 | News

La Lcbo (Liquor Control Board of Ontario) ha preso atto...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.