News

Cresce l’interesse dei consumatori per i vini senza alcol. L’ultimo report dell’agenzia di marketing Usa Fact.MR insieme a FoodBev Media, secondo quanto riporta il sito Winenews, stima che il settore crescerà ad un tasso del +7% annuo fino al 2027 (+99% nello stesso periodo nel canale online), toccando un volume di affari complessivo di ben 10 miliardi di dollari. Nel 2018 il 40% dei consumi erano in Europa, ma il futuro è negli Stati Uniti, dove il tasso di crescita annuo sarà addirittura dell’8%.

La pandemia sembra aver avuto un effetto eclatante su questo tipo di consumi: negli Stati Uniti tra il 2016 e il 2019 la crescita delle vendite al dettaglio di vini analcolici è stata poco rilevante ma durante l'ultimo trimestre del 2020 i vini analcolici sono aumentati del 40% (e del 34% complessivamente da febbraio 2020 a febbraio 2021). 

In precedenza le vendite annuali ammontavano a circa $ 36 milioni, un importo quasi insignificante rispetto agli oltre $ 21 miliardi dell'intera categoria di vini. Tuttavia molti produttori stanno espandendo questa tipologia nei loro portafogli, anche se eliminare l'alcol da un vino non è semplice. La scelta è dovuta a una serie di motivi, non ultimo le richieste specifiche dei clienti. E non solo negli Usa. Un produttore tedesco, ad esempio, ha iniziato a produrre un vino analcolico per uno chef in Norvegia, Paese in cui la sanzione per la guida in stato di ebbrezza è pari al 10% del proprio reddito.

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.