News

Ieri, 27 ottobre, il DEFRA (Department for Environment Food & Rural Affairs) ha annunciato con una notice che dal 1° gennaio 2021 fino al 31 giugno 2021 non sarà richiesto il certificato VI-1 per l’importazione nel Regno Unito di prodotti vitivinicoli (voce della nomenclatura 2204).

Allo stesso tempo, DEFRA ha confermato il c.d. periodo di grazia dal 1° gennaio 2021 fino al 30 settembre 2022 in materia di etichettatura. Solo a partire dal 1° ottobre 2022, infatti, è richiesto di indicare un FBO (imbottigliatore, importatore, il produttore o il venditore) stabilito nel Regno Unito.

La decisione viene incontro alle richieste di un gruppo bipartisan di parlamentari britannici, che in settembre aveva messo in guardia sui disagi provocati dall'introduzione di nuovi balzelli burocratici.

Qui la Notice di Defra.

Usa: nuovo metodo per rilevare danni dal fumo degli incendi sulle viti

17-05-2022 | Studi e Ricerche

Alcuni scienziati della California Central Coast e analisti di laboratorio...

La Cina inaugura a Chengdu l'International Alcohol Producer Alliance

17-05-2022 | Trend

L'11 maggio 2022 a Chengdu, capoluogo della provincia del Sichuan...

Nuovo comandante dei carabinieri per la tutela agroalimentare

17-05-2022 | News

Cambio al vertice dei carabinieri per la tutela agroalimentare: oggi...

“The Spiritheque – Behind the stories Beyond the spirits”, in mostra 5 marchi iconici

17-05-2022 | Arte del bere

Fino al 31 maggio sarà possibile visitare l'esposizione “The Spiritheque...

Previsioni economiche Ue: rallenta il Pil (2,7%), cresce l’inflazione (6,1%)

17-05-2022 | News

Ieri la Commissione europea ha pubblicato le previsioni economiche di...

Fondo Investimenti imprese agricole: chiarimenti sulle domande

17-05-2022 | Normative

È stato pubblicato un nuovo Decreto del Ministero dello Sviluppo...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.