News

Ieri, 27 ottobre, il DEFRA (Department for Environment Food & Rural Affairs) ha annunciato con una notice che dal 1° gennaio 2021 fino al 31 giugno 2021 non sarà richiesto il certificato VI-1 per l’importazione nel Regno Unito di prodotti vitivinicoli (voce della nomenclatura 2204).

Allo stesso tempo, DEFRA ha confermato il c.d. periodo di grazia dal 1° gennaio 2021 fino al 30 settembre 2022 in materia di etichettatura. Solo a partire dal 1° ottobre 2022, infatti, è richiesto di indicare un FBO (imbottigliatore, importatore, il produttore o il venditore) stabilito nel Regno Unito.

La decisione viene incontro alle richieste di un gruppo bipartisan di parlamentari britannici, che in settembre aveva messo in guardia sui disagi provocati dall'introduzione di nuovi balzelli burocratici.

Qui la Notice di Defra.

Patuanelli al pre-vertice Fao: più dieta mediterranea e etichetta trasparente

27-07-2021 | News

"I consumatori non devono essere guidati e condizionati nelle loro...

Londra cancella il certificato per i vini importati dalla Ue

26-07-2021 | News

Le Autorità inglesi ieri (25 luglio 2021) hanno pubblicato un...

Bilancia agroalimentare italiana: svolta positiva nel 2020 (+2,6 miliardi)

26-07-2021 | Studi e Ricerche

Anche in un anno segnato dalla pandemia da Covid-19 e...

Confindustria, l’Italia riparte spinta da consumi e servizi, ma pesa l'incertezza sulla pandemia

26-07-2021 | Studi e Ricerche

L’Italia è ripartita in modo robusto: i servizi sono in...

Le colline terrazzate della Valpolicella nel registro nazionale dei paesaggi rurali storici

26-07-2021 | Itinerari

E' ufficiale. A circa 10 mesi dalla presentazione della candidatura...

In Gazzetta il decreto Green pass: ecco tutte le novità punto per punto

26-07-2021 | News

In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il cosiddetto DL Green Pass...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.