News

La Commissione europea ha nominato Denis Redonnet alla funzione di vicedirettore generale presso la direzione generale del Commercio (Dg Commercio) che comprende il nuovo ruolo di Chief Trade Enforcement Officer (Cteo).

La nomina del Cteo rappresenta un passo importante nel rafforzamento dell'agenda dell'UE per l'attuazione e l'applicazione, sia all'interno dell'UE che a livello globale. Il Cteo aiuterà inoltre gli esportatori dell'UE a ottenere più valore dai mercati partner e rafforzerà anche il rispetto degli impegni di sviluppo sostenibile, in particolare in relazione all'agenda sul clima e ai diritti dei lavoratori.

Il commissario Ue per il Commercio, Phil Hogan, ha dichiarato: “Accolgo con grande favore la nomina di Denis Redonnet a questa importante posizione. Porta con sé una notevole esperienza che sono sicuro che utilizzerà con grande efficacia. Questa nomina è una dichiarazione dell'impegno della Commissione per l'applicazione e l'attuazione dei nostri accordi commerciali. Oltre a garantire che i nostri partner rispettino pienamente gli impegni assunti, il Cteo sarà di fondamentale importanza per garantire che le nostre PMI, che sono la spina dorsale dell'economia europea, ottengano il massimo valore dai nostri accordi commerciali".

La nomina odierna mantiene anche l'impegno del presidente von der Leyen che, nella sua lettera di missione al commissario Hogan, ha dichiarato che “Il College nominerà un Chief Enforcement Officer per lavorare sotto la tua guida diretta per monitorare e migliorare la conformità dei nostri accordi commerciali . Riferirà regolarmente sullo stato dei lavori e manterrà il Parlamento europeo e il Consiglio al passo con tutti gli sviluppi."

Denis Redonnet, cittadino francese, è attualmente direttore di "OMC, affari legali e commercio di merci" presso la DG Commercio. In precedenza ha diretto la divisione OMC e la divisione Strategia di questa DG. Prima ancora, è stato vice capo di gabinetto del commissario europeo per il commercio Peter Mandelson e consigliere del commissario europeo per il commercio Pascal Lamy. Nel corso della sua carriera presso la Commissione europea, ha ricoperto incarichi presso le DG che si occupavano di affari economici monetari, internazionali e mercato interno. È un economista di formazione e ha iniziato la sua carriera come banchiere aziendale per una banca francese nella città di Londra. La data di entrata in vigore di questo appuntamento sarà determinata in seguito.

 

Comitato misto Italia-Francia-Spagna sul vino: la Ue ci ascolti sulle nuove etichette

02-12-2022 | News

Riunito a Roma il Comitato misto franco-spagnolo-italiano per il settore...

Lollobrigida: il governo si impegnerà a snellire la burocrazia per la filiera vino-spiriti

02-12-2022 | News

"Il 2022 è stato un anno complesso, cominciato sotto i...

L’elenco Masaf dei Laboratori designati all'analisi di prodotti biologici

01-12-2022 | Normative

Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato l'elenco dei Laboratori designati...

Enoturismo: a Montalcino, in estate presenze a +20% sul pre-Covid

01-12-2022 | Itinerari

“La scorsa estate Montalcino è tornata a essere il feudo...

Accordo di libero scambio Ue-Australia: si rischia l’inciampo sul Prosecco

30-11-2022 | News

I negoziati tra Unione Europea e Australia per un accordo...

Il vino italiano in Sudafrica: +60% nei primi 9 mesi

30-11-2022 | Estero

L'Italia è il secondo esportatore di vino in Sudafrica dopo...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.