News

Il mercato a più rapida crescita per il Prosecco nel 2019? Sorpresa. È la patria dello Champagne. 

Secondo quanto anticipato dal sito The Drink Business, i numeri di fine anno stimati per il Prosecco DOC mostrano un aumento delle spedizioni in Francia di quasi il 35%. Questo rende il Paese d’Oltralpe il mercato principale in più rapida crescita, battendo persino gli Stati Uniti in termini di tasso di aumento (gli States hanno registrato un +21,7% sul totale del 2018).

La Francia ora importa 18,9 milioni di bottiglie di Prosecco DOC l'anno, è quindi il quarto mercato di esportazione. Un’ottima performance, che va però parametrata ai numeri del principale mercato, il Regno Unito, che ha visto aumentare le spedizioni del 7% per un totale di 115,4 milioni di bottiglie nel 2019.

Il risultato francese resta comunque sorprendente: Richard Halstead, Coo di Wine Intelligence, lo spiega con la tradizionale passione dei francesi per le bollicine e il desiderio di una nuova generazione di bevitori di consumare qualcosa di diverso.

"La Francia è sempre stata una grande bevitrice di spumanti - ha spiegato a DB - e consuma in media cinque litri all’anno pro-capite, il doppio del Regno Unito, e il Prosecco è probabilmente cresciuto nel mercato per una sorta di desiderio di bere qualcosa di diverso dai tuoi genitori ".

Un’altra motivazione, più concreta, potrebbe essere l'introduzione in Francia, nel gennaio dello scorso anno, all’interno di un atto governativo più ampio chiamato Loi EGalim, di una serie di regole per limitare le promozioni su alcuni prodotti di produzione nazionale, dal foie gras allo Champagne.

Con la nuova legislazione che pone limiti alla quantità di Champagne che può essere venduta in promozione e all'entità dello sconto praticabile, i consumatori che in fase d’acquisto sono principalmente guidati dal prezzo possono aver cercato alternative.

Il prezzo medio del Prosecco sugli scaffali francesi è di 6,3 euro, mentre è di circa 7,50 sterline nel Regno Unito e negli Stati Uniti va da 10,99 a 12,99 dollari. 

Insomma, i francesi noti in tutto il mondo per la fedeltà ai prodotti nazionali cominciano anche a guardarsi intorno…

L'enologo siciliano Pietro Russo terzo Master of Wine Italiano

26-02-2024 | Arte del bere

Pietro Russo, rinomato enologo siciliano, ha ottenuto il prestigioso titolo...

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.