News

Il valore totale delle offerte sulla piattaforma Liv-ex ha segnato un nuovo record, superando i 70 milioni di sterline: 20 milioni in più rispetto a ottobre dell'anno scorso. L'indice ha riferito la scorsa settimana che le offerte hanno raggiunto i 71 milioni di sterline, mentre il numero di vini con un'offerta era aumentato a 14mila.

L'offerta: il rapporto di offerta, che indica la forza del mercato, era a 1,3, in aumento rispetto all'1,09 dello scorso ottobre, il che suggerisce una stabilità dei prezzi poiché qualsiasi valore superiore a 0,5 è considerato un buon rapporto. Il valore totale delle offerte in borsa è aumentato rapidamente negli ultimi anni. Il totale di 50 milioni di sterline dello scorso ottobre ha rappresentato quasi un raddoppio dell'esposizione nei tre anni precedenti.

L'enorme aumento di 20 milioni di sterline in meno di un anno è stato ricondotto alla continua diversità del mercato del vino pregiato - con acquirenti alla ricerca di più vini oltre a Bordeaux e Borgogna e di nomi ed etichette "nuovi" o "freschi" all'interno delle due classiche regioni francesi - e anche i continui sforzi di Liv-ex per automatizzare completamente i suoi servizi rendendo l'acquisto e la vendita di vino in borsa più veloce ed efficiente.

Il Fine Wine 100 ha mostrato crescenti segni di vitalità a luglio. L'indice di riferimento ha avuto un anno molto tranquillo in generale, ma è rimasto piatto a giugno e lo ha fatto di nuovo a luglio, registrando un guadagno dello 0,3% - solo la seconda performance positiva dell'indice quest'anno.

Schermata 2019-08-05 alle 17.12.09.png

Borgogna, Champagne e un'etichetta del Rodano sono state le migliori prestazioni del mese a luglio, ma tre etichette borgognone - Domaine Leroy, Clos de Tart e Domaine Ponsot - hanno visto i loro vini guidare anche i peggiori performer del mese. Anche l'indice Fine Wine 1000 più ampio è aumentato a luglio, guadagnando lo 0,5%, con alcuni segnali positivi di vitalità per il primo tracker di crescita, il Fine Wine 50, nonché lo Champagne 50 e Rhone 100 che sono aumentati rispettivamente dello 0,42%, 0,79% e 0,80%.Schermata 2019-08-05 alle 17.10.44.png

 

Vini, spiriti e aceti, positivo il bilancio 2022 ma cautela su prospettive 2023

02-12-2022 | News

In attesa di un 2023 per il quale gli organismi...

Comitato misto Italia-Francia-Spagna sul vino: la Ue ci ascolti sulle nuove etichette

02-12-2022 | News

Riunito a Roma il Comitato misto franco-spagnolo-italiano per il settore...

Lollobrigida: il governo si impegnerà a snellire la burocrazia per la filiera vino-spiriti

02-12-2022 | News

"Il 2022 è stato un anno complesso, cominciato sotto i...

L’elenco Masaf dei Laboratori designati all'analisi di prodotti biologici

01-12-2022 | Normative

Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato l'elenco dei Laboratori designati...

Enoturismo: a Montalcino, in estate presenze a +20% sul pre-Covid

01-12-2022 | Itinerari

“La scorsa estate Montalcino è tornata a essere il feudo...

Accordo di libero scambio Ue-Australia: si rischia l’inciampo sul Prosecco

30-11-2022 | News

I negoziati tra Unione Europea e Australia per un accordo...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.