Dall'estero

Atene torna a brindare con più leggerezza. L’Alta Corte greca ha infatti cancellato l’imposizione su vino introdotta dal governo nel 2016 tra le varie norme di austerity messe in campo per ottemperare le richieste della Troika e rimettere in sicurezza i conti pubblici.

Una vittoria per i produttori vinicoli e le loro associazioni che avevano fatto ricorso contro l’introduzione dell’accisa. Il nuovo regime era entrato in vigore il 1 gennaio 2016: 15 centesimi su ogni bottiglia da 75 cl e 20 centesimi al litro.

La decisione della corte avrà effetto immediato e dunque l’accisa verrà tolta. Non sarà comunque una grave perdita per lo Stato. L’anno scorso il ministro dell’Agricoltura aveva già lamentato gli scarsi risultati dell’imposizione. Nelle casse pubbliche erano infatti entrati solo 14 milioni di euro, contro i 60 messi a budget.

Wine and the White House: un libro sui vini dei presidenti

17-01-2020 | Arte del bere

Donald Trump se ne fa un vanto: “non ho mai...

Dove nasce il Torcolato

17-01-2020 | Itinerari

Domenica 19 gennaio 2020 a partire dalle 14.30 la Doc Breganze celebrerà nella piazza principale...

Dazi Usa: 117 membri del Congresso americano chiedono di non colpire il vino

16-01-2020 | News

Il Gruppo americano Congressional Wine Caucus (membri del Congresso americano legati al...

La nuova architettura del sostegno pubblico all'export

15-01-2020 | News

A seguito del riordino delle competenze tra Ministero per gli...

Calano i consumatori abituali di vino in Usa. Lo studio di Wine Intelligence

14-01-2020 | Studi e Ricerche

La popolazione di bevitori abituali di vino negli Stati Uniti...

Asia, Nuova Zelanda e Cile: le opportunità formative per le giovani Donne del Vino

14-01-2020 | Arte del bere

Dai mercati dell’Asia alle vigne della Nuova Zelanda e del...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection