Dall'estero

Anche negli Stati Uniti si discute sulle informazioni che devono comparire nelle etichette delle bottiglie di vino. Si immagina in futuro l'etichettatura degli allergeni, degli ingredienti e dei nutrienti anche per il settore vinicolo, prevedendo che gli Stati Uniti potrebbero approvare le etichette di allergeni e nutrienti entro la fine del 2023 e le etichette degli ingredienti nel 2024. Michael Kaiser, vicepresidente esecutivo e direttore degli affari governativi di WineAmerica, afferma: "Potrebbe essere inevitabile. Vogliamo solo che il formato sia il meno invasivo possibile, in termini di costi per il produttore e di violazione del prezioso spazio dell'etichetta".

I produttori di vino europei utilizzeranno i codici QR (u-label) quando la normativa dell'Unione europea sull'etichettatura entrerà in vigore nel dicembre 2023. Se gli Stati Uniti dovessero adottare una norma simile, anche il codice americano potrebbe soddisfare i requisiti dell'UE.

L'enologo siciliano Pietro Russo terzo Master of Wine Italiano

26-02-2024 | Arte del bere

Pietro Russo, rinomato enologo siciliano, ha ottenuto il prestigioso titolo...

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Please publish modules in offcanvas position.