Dall'estero

E’ giunta la risposta del Ministro indonesiano al Commercio alla lettera del Commissario Hogan. Il Ministro Suparmanto, nel sottolineare l’importanza di progredire nei negoziati volti a definire un accordo di libero scambio tra l’Indonesia e l’Unione europea, nega l’esistenza di ostacoli all’importazione di bevande alcoliche, evidenziando l’assenza di politiche discriminatorie verso tali prodotti, nella misura in cui sono rispettate le normative locali.

La Commissione europea, in raccordo con la delegazione Ue a Jakarta, suggerisce agli importatori indonesiani, che incontrano difficoltà, di provvedere ad inoltrare nuovamente la richiesta di licenza ad importare bevande alcoliche oppure di segnalare eventuali criticità alla Delegazione Ue a Jakarta mailto:delegation-indonesia@eeas.europa.eu.

Scarica il documento.

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

Please publish modules in offcanvas position.