Dall'estero

 In Francia i vignaioli naturali, al termine di una battaglia durata quasi dieci anni, hanno ottenuto il riconoscimento formale, da parte delle autorità d’Oltralpe, all’esistenza  del “vino naturale”. Definita da un disciplinare di produzione che ne permetterà la commercializzazione sotto la dicitura “vin méthode nature”, la denominazione riconosce e certifica l’adempimento a una serie di criteri stabiliti da un protocollo dedicato messo a punto dal neonato Sindacato del Vino Naturale. Nato a novembre 2019 proprio con l’obiettivo di accelerare l’iter del riconoscimento governativo, il sindacato è presieduto dal vignaiolo della Loira Jacques Carroget, in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura e l’Inao - Istituto nazionale dell’origine e della qualità.

Per poter utilizzare la dicitura, il vino deve essere prodotto da uve raccolte a mano da viti biologiche certificate e prodotto con un lievito indigeno. Durante il processo di vinificazione tutte le pratiche di filtrazione a flusso incrociato sono vietate, come sono altresì proibite pastorizzazioni flash, termovinificazione e osmosi inversa. Sono ammessi fino a 30 milligrammi per litro di solfiti in tutti i tipi di vino. E per distinguere tra vini naturali che contegnono solfiti e vini naturali che invece ne sono privi, sono stati creati due loghi appositi. Ogni anno una commissione controllerà i vini che hanno richiesto la denominazione. 

Cancellato Vinexpo Hong Kong, l’evento sarà a Shenzhen

19-01-2022 | Estero

Cancellata la fiera Vinexpo di Hong Kong fissata per maggio...

Vini del Monferrato, l’exploit del Ruchè

19-01-2022 | Trend

Il Ruchè docg abbatte la storica barriera del milione di...

L'enoturismo è donna: +12% le prenotazioni dal pubblico femminile

19-01-2022 | Itinerari

Crescono le donne che acquistano le esperienze enoturistiche in cantina...

Il territorio del Collio tra i protagonisti di Wine Odissey

18-01-2022 | Arte del bere

Il Collio, con il suo territorio e la sua tradizione...

Gli aumenti di energia e materie prime rischiano di paralizzare l'agroalimentare. Appello a Draghi

18-01-2022 | News

Per il comparto agroalimentare si prospetta un vero e proprio...

Il biossido di titanio (E171) eliminato dagli elenchi degli additivi alimentari autorizzati

18-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 18 gennaio 2022 del regolamento...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.