Dall'estero

Dal 2 di marzo scatta l’aumento dell’unità minima di prezzo per le bevande alcoliche vendute in Galles. Viene fissato un prezzo minimo di 50 penny (circa 70 centesimi) per unità di alcol.

E’ stata avviata una campagna di comunicazione rivolta ai venditori per ricordarne l’applicazione che finora era stata slittata per i pareri contrari di altri Stati membri, tra i quali il Portogallo che unitamente a Francia, Italia, Spagna e Bulgaria aveva espresso contrarietà anche alla legge scozzese di pari contenuti.

Sostenevano, infatti, che violava la legge europea sul libero scambio discriminando i prodotti alcolici importati, affermando che la politica era illegale, ingiusta e inefficace.

 

Effetto Covid: per vino e spiriti valori quasi dimezzati nel fuori casa

27-11-2020 | News

L’anno peggiore di sempre per i vini e gli spiriti...

Mipaaf conferma l’incarico al Consorzio tutela vini d’Irpinia

27-11-2020 | Normative

Nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana del 26 novembre 2020 è stato...

Consorzio Aceto Balsamico di Modena Igp: armi più affilate contro la contraffazione

27-11-2020 | News

I dati relativi all’attività di salvaguardia e vigilanza svolto dal...

A Bilbao il tour virtuale della nuova mostra Kandisky

27-11-2020 | Itinerari

Il Museo Guggenheim Bilbao presenta Kandinsky, una completa esposizione di dipinti...

Pubblicati i dati relativi alle giacenze di vini e mosti 2020

26-11-2020 | Studi e Ricerche

Sul sito del Mipaaf sono stati pubblicati i dati relativi alle giacenze...

Nuova versione del servizio MVV-E sia online che web-service

26-11-2020 | Normative

Il Ministero ha informato che dal 23 novembre 2020 è...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.