Dall'estero

La tassa su vino, birra, alcolici e sidro sarà "congelata" nel Regno Unito quest'anno, ha annunciato il cancelliere Rishi Sunak nel suo discorso sul bilancio. Miles Beale, amministratore delegato della Wine & Spirit Trade Association (WSTA), ha definito la mossa una vittoria e ha detto che il mondo del vino avrebbe brindato al cancelliere.

"La decisione di congelare la tassa su vino e spiriti è la benvenuta per il business britannico, così come per i pub e il più ampio settore dell'ospitalità. Sebbene non abbia tagliato i dazi, è rassicurante vedere che nel suo primo bilancio come cancelliere, Rishi Sunak ha preso provvedimenti per far fronte alle aliquote di dazio eccessivamente elevate del Regno Unito".

Joe Fattorini, portavoce del campaign group Wine Drinkers UK, ha dichiarato: "Il riconoscimento da parte del Cancelliere che il vino è la bevanda alcolica preferita della nazione e quindi non dovrebbe essere soggetto ad aumenti delle tasse è una buona notizia per i 33 milioni di appassionati di vino nel Regno Unito".

La WSTA aveva affermato che gli aumenti dell'inflazione della tassa sui vini avrebbero aggiunto sei pence a bottiglia di vino fermo nel Regno Unito e aveva richiesto una riduzione del 2% dell'imposta sul vino e sugli alcolici.

Il cancelliere Sunak ha annunciato che il dazio è stato congelato anche su birra, sidro e alcolici. Ha usato il suo primo Discorso di bilancio per individuare il whisky scozzese, che ha affrontato le tariffe di importazione del 25% negli Stati Uniti dal 18 ottobre, insieme ad alcuni vini europei, nell'ambito della disputa dell'industria aerospaziale.

Sunak ha definito lo Scotch whisky un "settore chiave" e ha dichiarato: "Continueremo a fare pressioni sul governo degli Stati Uniti per rimuovere queste tariffe".

Il bilancio di quest'anno si è svolto sullo sfondo della diffusione del coronavirus, noto anche come COVID-19, che ha portato al timore di una recessione globale insieme alle preoccupazioni per la salute pubblica. Il cancelliere Rishi Sunak ha avvertito sulla possibilità di un'interruzione dell'attività a breve termine dovuta all'epidemia di Covid-19, ma ha affermato che l'impatto economico sarebbe temporaneo. Ha annunciato una serie di misure di soccorso progettate per aiutare le aziende a far fronte alla tensione finanziaria aggiuntiva.

 

All'Italia il premio OIV per il miglior testo in materia di diritto vitivinicolo

18-09-2020 | News

Libro dell'anno in materia di diritto vitivinicolo. Con questa motivazione...

Scoperto in Libano il più antico torchio per il vino (VII secolo a.c.)

18-09-2020 | Arte del bere

Un torchio fenicio di 2.600 anni fa in uno "straordinario...

Le Settimane Culinarie Natura e Bosco nel cuore delle Dolomiti

18-09-2020 | Itinerari

Chi arriva in Val d’Ega (Bz) animato dal proposito di scoprirne ogni...

Torna la Milano Wine Week, primo evento vinicolo del 2020

16-09-2020 | News

 Un’edizione che aumenta i contenuti dedicati al pubblico e agli...

Distillazione: slitta al 18 settembre il termine per le domande di aiuto

15-09-2020 | News

Proroga al 18 settembre del termine di presentazione della domanda...

Via libera all'accordo Ue-Cina sulla tutela di 200 Indicazioni geografiche

15-09-2020 | News

Il Consiglio europeo ha autorizzato la firma dell’Accordo bilaterale tra l'UE...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.