Dall'estero

In Brasile il mercato del vino è in ripresa, dopo le sfide del 2016, grazie all'aumento del coinvolgimento dei consumatori, secondo l'ultimo rapporto Wine Intelligence Brazil Landscapes 2019.

Il rapporto, infatti, mostra una popolazione di consumatori regolari di vino in Brasile: 32 milioni di adulti bevono vino una volta al mese, di questi il 70% ne beve almeno una volta alla settimana. Un deciso incremento rispetto ai 29,7 milioni di adulti nel 2016 bevevano vino una volta al mese. Inoltre, il Brasile è ora il 26° mercato vinicolo più attraente del mondo, secondo il modello di Wine Intelligence Global Compass Wine Market Attractiveness, in cui il paese era anche il "riser più veloce" (risalendo di 12 posizioni: dal 38° al 26° posto tra i più attraenti) dal 2017.

La relazione rileva, inoltre, che i consumatori e la catena di approvvigionamento si sono adattati a condizioni fiscali ed economiche più severe. I consumatori, infatti, sono disposti a pagare di più per lo stesso vino. La spesa media per bottiglia è infatti aumentata in modo significativo per molte occasioni off-and-trade. Incoraggianti per gli investitori nella categoria del vino, i dati di rilevamento mostrano livelli crescenti di coinvolgimento dei consumatori nel vino, dimostrati da una percentuale crescente di intervistati che affermano di sentirsi "competenti" riguardo al vino, "desiderano prendersi del tempo per acquistare vino" e prendere in considerazione il vino è "importante" per il loro stile di vita (31% nel 2019 rispetto al 27% nel 2017).

Il coinvolgimento dei consumatori, in particolare tra le giovani generazioni, sarà fondamentale per promuovere un'ulteriore crescita in questo mercato ancora poco sviluppato. I giovani rappresentano il 20% della popolazione adulta e il 16% della popolazione regolare di bevitori di vino, e - caratteristica dei giovani consumatori a livello globale - mostrano il livello più basso di coinvolgimento nella categoria del vino rispetto ai bevitori più anziani. Allo stesso tempo, tuttavia, i bevitori più giovani hanno maggiori probabilità di consumare vino nel canale horeca, oltre a spendere più denaro per bottiglia. "Il Brasile - commenta Rodrigo Lanari, Country Intelligence Country Manager per il Brasile - ha dimostrato di essere un mercato stimolante e gratificante per coloro che sono consapevoli delle complessità del paese e che si impegnano a stabilirsi in questo mercato. Coinvolgere i nuovi consumatori sarà fondamentale per sostenere la crescita in futuro".

Finanziamenti agevolati: come presentare la domanda sul sito Sace Simest

07-08-2020 | Normative

Dal 6 agosto, è possibile presentare le domande sul portale...

BCG fotografa le economie alla prova della ripartenza: dove torna la fiducia dei consumatori

07-08-2020 | Studi e Ricerche

I consumatori italiani, avvicinandosi ai livelli pre-crisi e allineandosi a...

Parigi aumenta a 250 milioni gli aiuti alla distillazione

07-08-2020 | News

Il primo ministro francese Jean Castex ha promesso di aumentare...

I mercati del vino post Covid: l'analisi del Comitato Nazionale Vini Dop e Igp

07-08-2020 | Studi e Ricerche

 La crisi Covid è arrivata in un contesto di appesantimento...

Raggiungendo la verde riviera picena

07-08-2020 | Itinerari

Un percorso nella provincia di Ascoli Piceno prende avvio da Montefiore dell’Aso, con...

Gourmand Awards, Il Sommelier miglior rivista italiana 2020

06-08-2020 | Arte del bere

E’ Il Sommelier la migliore rivista pubblicata in Italia, per l’anno 2020...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection