L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Per le feste di Natale il brindisi più a la page è con i cocktail: come dettano le ultime tendenze nel mondo della mixology, i drink sono perfetti non solo durante la cena, ma anche in abbinamento ai dolci natalizi, primo fra tutti il panettone. Una tendenza confermata anche da due importanti mixologist che in collaborazione con Panettone Day 2018, il concorso che celebra il prodotto simbolo della pasticceria italiana, hanno creato due originali proposte.

Ivan Patruno, bar manager del Bulk cocktail bar dell’Hotel Viu a Milano, propone una ricetta che lavora per similitudine riprendendo il profumo degli ingredienti del panettone e lavorando su sapori puliti capaci di esaltare gli aromi principali. “La proposta di questo drink nasce dall’idea di creare un cocktail fresco e secco, con profumi capaci di richiamare le note aromatiche del panettone e al contempo preparare la bocca al morso successivo", spiega Patruno. La sua creazione è un cocktail analcolico a base di acqua tonica, scorza d’arancia e zenzero, elaborato seguendo le nuove tendenze alcol free e perfetto per chi ama i cocktail dal gusto secco.

Gioca invece su profumi floreali e note agrumate, la proposta firmata da Andrea Paci, bar tender e manager del Lo Scalo di Como che ha ideato lo “Shy Punch” un cocktail a base gin con infuso di tè verde, sciroppo di lavanda del Lago di Como, succo di lime, orange e mandarin bitter, bitter alla tonica, essenza di pepe nero. Un drink con una bella nota acida che gioca ed esalta le caratteristiche organolettiche del panettone, pulendo la bocca e alleggerendo il palato. “L’idea del cocktail – commenta Andrea Paci – è legata al prodotto di base che abbiamo deciso di utilizzare, che è un gin a base di violetta. Tutto il drink si sviluppa partendo dal suo profumo per andare a giocare sui fiori, si prosegue con lo sciroppo di lavanda, continuando con nota agrumata del tè verde, per finire con una forte spezia, che a mio parere ben si accostata con il panettone: il pepe nero".

 

Onav si apre alle etichette non convenzionali: verso un corso sui vini "anarchici"

21-02-2020 | Trend

Una definizione forte per una tematica di grande attualità, la...

Monopolio del Quebec troppo rigido sui prezzi: Comitè Vins e Spirits Europe chiedono più flessibilità

21-02-2020 | Estero

Il monopolio della provincia canadese del Quebec, SAQ, sta imponendo...

A Santhià (VC) va in scena il Carnevale più antico del Piemonte

21-02-2020 | Itinerari

Grandiosi corsi mascherati, veglioni danzanti,bande, gruppi storici e appuntamenti enogastronomici:...

Scompare Augusto Reina: grazie a lui tutti al mondo conoscono l’Amaretto di Saronno

20-02-2020 | News

È mancato ieri sera Augusto Reina, storico protagonista del mondo...

Arrivano da Israele le acque 'infuse' di vino

18-02-2020 | Estero

Wine Water sta per arrivare in Europa con le sue...

La Maremma Toscana è la terza Doc più grande della Regione

18-02-2020 | Trend

Il Maremma Toscana Doc, basato sull'omonima IG, è ora la...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection