L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

E' dedicata al tema della Dieta Mediterranea, la terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, dal 19 al 25 novembre. Conta oltre mille eventi in 120 Paesi con migliaia di chef in partenza per tutti i continenti. L'iniziativa è stata presentata il 14 novembre a Roma presso le Officine Farneto, alla presenza della viceministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione internazionale Emanuela Claudia Del Re, del ministro delle Politiche Agricole Alimentari e del Turismo Gian Marco Centinaio.

"L'agroalimentare vale 220 miliardi di euro ed è in grado - ha detto la viceministra per gli Affari Esteri con delega alla Cooperazione Emanuela Claudia Del Re - di rispondere con i primati sul biologico e le eccellenze Dop al mondo che cambia e alle evoluzioni della domanda alimentare. Aver dedicato la Settimana alla promozione della dieta mediterranea significa anche tutelare uno sviluppo sostenibile e la solidarietà".

Per il ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio "la valorizzazione del Sistema Italia passa per la tavola, con l'agroalimentare che è componente essenziale del brand Made in Italy. Negli ultimi dieci anni il valore dei cibi e del vino esportati è aumentato dell'80%. La politica ha capito troppo tardi il valore della promozione integrata, che da adesso portiamo avanti anche con l'accorpamento del turismo al Mipaaf”. Ora, ha proseguito Centinaio "all'Onu va promosso il nostro stile di vita, salutare e strumento di longevità. L'Italia è il paese delle eccellenze e dobbiamo essere orgogliosi dei nostri prodotti agroalimentari e del nostro regime alimentare”. Il Ministro Centinaio ha inoltre apprezzato l'abbinamento della Settimana della cucina italiana nel mondo alle celebrazioni del 150simo di Rossini, compositore e gourmet, e al Pasta al Pesto Day, solidale con Genova.

Nell’ambito del programma, alcune aziende associate a Federvini hanno presentato i loro prodotti nella giornata del 14 novembre, essendo gli eventi americani anticipati per la concomitanza del “Thanksgiving Day”. La scuola di Cucina di ICE a New York ha ospitato l’evento “A celebration of Authentic Italian Cuisine” guidato dallo chef Raffaele Solinas, vicepresidente dell’Associazione Italiana Chef di New York che raggruppa oltre 250 chef operanti nello Stato di New York. L’evento è stato finalizzato a descrivere le nuove tecniche e i trend nel mondo della gastronomia italiana, sottolineando l’importanza dell’utilizzo di prodotti Dop e Igp italiani. Gli ospiti hanno potuto degustare anche aperitivi, liquori, amari, distillati e altre bevande spiritose, tipici della tradizione italiana.

Ricerca, ibridazione e mercati. Bene i risultati, ma il vitigno Italia può fare di più

13-12-2018 | News

Ricerca, nuove colture e mercati sono stati i temi al...

È la Dop-Economy, bellezza! Quasi un prodotto su quattro è made in Italy

13-12-2018 | News

Quasi uno su quattro. I prodotti agroalimentari italiani tutelati da...

Gli italiani bevono più vino: consumi +8% negli ultimi cinque anni

13-12-2018 | News

Con una netta inversione di tendenza rispetto al passato sono...

Addio ai 100/100 di Parker: la Cina adotta un nuovo rating nazionale per i vini

12-12-2018 | News

Nuovo sistema di rating per il vino in Cina. Annunciato...

Tokyo: sono "vini giapponesi" solo quelli prodotti con uve locali

12-12-2018 | Estero

Il 30 ottobre 2018 è entrato in vigore il regolamento...

Nota dell'Agenzia delle Dogane sul pagamento delle accise

12-12-2018 | Normative

L’Agenzia delle Dogane ha diramato una nota con la quale...

© 2018 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.