L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

E' dedicata al tema della Dieta Mediterranea, la terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, dal 19 al 25 novembre. Conta oltre mille eventi in 120 Paesi con migliaia di chef in partenza per tutti i continenti. L'iniziativa è stata presentata il 14 novembre a Roma presso le Officine Farneto, alla presenza della viceministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione internazionale Emanuela Claudia Del Re, del ministro delle Politiche Agricole Alimentari e del Turismo Gian Marco Centinaio.

"L'agroalimentare vale 220 miliardi di euro ed è in grado - ha detto la viceministra per gli Affari Esteri con delega alla Cooperazione Emanuela Claudia Del Re - di rispondere con i primati sul biologico e le eccellenze Dop al mondo che cambia e alle evoluzioni della domanda alimentare. Aver dedicato la Settimana alla promozione della dieta mediterranea significa anche tutelare uno sviluppo sostenibile e la solidarietà".

Per il ministro delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio "la valorizzazione del Sistema Italia passa per la tavola, con l'agroalimentare che è componente essenziale del brand Made in Italy. Negli ultimi dieci anni il valore dei cibi e del vino esportati è aumentato dell'80%. La politica ha capito troppo tardi il valore della promozione integrata, che da adesso portiamo avanti anche con l'accorpamento del turismo al Mipaaf”. Ora, ha proseguito Centinaio "all'Onu va promosso il nostro stile di vita, salutare e strumento di longevità. L'Italia è il paese delle eccellenze e dobbiamo essere orgogliosi dei nostri prodotti agroalimentari e del nostro regime alimentare”. Il Ministro Centinaio ha inoltre apprezzato l'abbinamento della Settimana della cucina italiana nel mondo alle celebrazioni del 150simo di Rossini, compositore e gourmet, e al Pasta al Pesto Day, solidale con Genova.

Nell’ambito del programma, alcune aziende associate a Federvini hanno presentato i loro prodotti nella giornata del 14 novembre, essendo gli eventi americani anticipati per la concomitanza del “Thanksgiving Day”. La scuola di Cucina di ICE a New York ha ospitato l’evento “A celebration of Authentic Italian Cuisine” guidato dallo chef Raffaele Solinas, vicepresidente dell’Associazione Italiana Chef di New York che raggruppa oltre 250 chef operanti nello Stato di New York. L’evento è stato finalizzato a descrivere le nuove tecniche e i trend nel mondo della gastronomia italiana, sottolineando l’importanza dell’utilizzo di prodotti Dop e Igp italiani. Gli ospiti hanno potuto degustare anche aperitivi, liquori, amari, distillati e altre bevande spiritose, tipici della tradizione italiana.

Aceto e spezie, arriva la “salsa bruna” della Regina Elisabetta

24-01-2022 | Estero

Dopo i gin arrivano anche le salse reali. In particolare...

Il Regno Unito guida l’e-commerce degli alcolici (11,9%)

24-01-2022 | Studi e Ricerche

Continua la corsa delle vendite online, anche per il settore...

Via libera Ue alle modifiche sulle Doc Barbera d’Alba e Lacrima di Morro d’Alba

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 21 gennaio 2022...

Nuove pratiche enologiche autorizzate in territorio europeo

21-01-2022 | Normative

Con la pubblicazione della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 19 gennaio 2022...

Londra, crescono le critiche ai piani del governo per i dazi su vino e alcolici

21-01-2022 | Estero

I piani del governo britannico per riformare le regole della...

Frascati debutta tra i crypto wine con un Nft su uno spumante

21-01-2022 | Arte del bere

Il vino Frascati entra nella schiera dei crypto wine con...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.