Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Il metodo di calcolo del Nutri-Score, l'etichettatura nutrizionale applicata in sei Paesi europei sugli imballaggi alimentari, diventa più stringente con l'avvio dell'anno: sono state decise alcune modifiche , sia in senso migliorativo che restrittivo.

Con i suoi adesivi che vanno dal verde al rosso, abbinati alle lettere dalla A alla E, il sistema è in vigore dal 2017 in Germania, Belgio, Spagna, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera. Sin dall'inizio non è stato esente da critiche anche nei Paesi di applicazione: pur senza metterne in discussione i meriti, se ne è sottolineato il carattere obsoleto o inappropriato in alcune delle sue raccomandazioni. È in quest'ottica che i responsabili hanno rivisto, in due fasi, il suo algoritmo di calcolo. "I cambiamenti riguardano sia gli alimenti solidi che le bevande, per aderire meglio alle raccomandazioni nutrizionali, come consumare più frutta e verdura o meno prodotti zuccherati", spiega Mathilde Touvier, epidemiologa in nutrizione dell'Inserm, direttrice del gruppo di ricerca che ha inventato il Nutri-Score. Con l'algoritmo iniziale, "troppi prodotti, ad esempio, venivano classificati favorevolmente, anche se il loro livello di zucchero era in realtà molto alto", aggiunge.

Le modifiche dovrebbero interessare dal 30 al 40% dei prodotti sugli scaffali. In particolare, le bevande zuccherate scivoleranno da B a C. Un cambiamento che riflette le conclusioni di un recente lavoro che suggeriva che gli edulcoranti avevano "effetti deleteri sulla salute", sottolinea Serge Hercberg, professore di nutrizione all'Università Sorbona Paris Nord, ideatore del Nutri-Score.  Restano comunque molte le perplessità sulla validità del sistema e il rifiuto di adozione di molti Paesi, tra cui l'Italia, che sostiene il metodo alternativo Nutrinform. Si tratta della soluzione offerta all’Europa dal nostro Paese per l’armonizzazione delle etichette alimentari prevista dalla strategia Farm to Fork, volta a favorire diete sane nell’ambito di un sistema alimentare sostenibile. NutrInform Battery è uno schema che - sulla base di evidenze scientifiche - aiuta il consumatore a seguire una dieta sana ed equilibrata, senza escludere a priori alcun alimento, perché nessun cibo è dannoso se assunto nelle quantità opportune. Da luglio 2022 è disponibile anche come app.

 

Verifood, l’AI in aiuto per tutelare i marchi Dop e Ig

19-04-2024 | Studi e Ricerche

Un sistema di ricerca automatica sul web per scoprire usurpazioni...

Rapporto Ismea sull’innovazione vitivinicola: soluzioni agritech e agricoltura digitale

19-04-2024 | Studi e Ricerche

Le incertezze del quadro economico e geopolitico mondiale, tra crisi...

L’Italia contro il decreto belga sulla pubblicità delle bevande alcoliche

18-04-2024 | News

Federvini accoglie con favore la tempestiva azione del Governo, annunciata...

Rentri: disponibile ambiente Demo per avvicinare gli utenti ai nuovi obblighi

18-04-2024 | Normative

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (Mase) ha attivato...

Pnrr e taglio dei tassi trainano una crescita moderata ma costante

18-04-2024 | Studi e Ricerche

Secondo un'analisi del centro studi di Confindustria, il commercio mondiale...

Turchia, aggiornato il regolamento sull'etichettatura degli alimenti

18-04-2024 | Estero

La Turchia ha recentemente apportato diverse modifiche al "Codice Alimentare...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.