Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

Secondo un'indagine di Assoturismo Confesercenti i turisti registrati nelle strutture ricettive tra giugno, luglio e agosto risulterebbero circa 50,5 milioni, con gli italiani in calo (-5,7%) e gli stranieri invece in aumento (+3,6%). E sono proprio questi ultimi, secondo la stima dell'Osservatorio della Edoardo Freddi International, a trainare il consumo e la vendita dei vini italiani.

Infatti, nonostante un'estate 2023 anomala sotto molti punti di vista, basti pensare, oltre che al calo del turismo, anche alle difficili condizioni climatiche che hanno interessato il nostro Paese, i consumi fuori porta hanno registrato delle buone performance. In questi mesi estivi (giugno, luglio e agosto) i 10 principali vini esportati nonché quelli maggiormente richiesti dai turisti stranieri sono stati: Pinot Grigio (9% esportazioni Edoardo Freddi International); Chardonnay (7,5% esportazioni); Lugana (7%); Bolgheri Rosso (6%); Gavi (5,5%); Montepulciano (5%); Cerasuolo d'Abruzzo (4%); Aglianico (3,5%); Lagrein (3%); Trento Doc (2,5%).

Tutti questi vini hanno visto una crescita che varia dal +3% al +18% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Questo trend vale anche per i consumi/richieste dei turisti qui in Italia in vacanza.

Dopo gli anni del Covid, le persone hanno cambiato le loro abitudini e le loro preferenze e oggi preferiscono destinare il loro budget verso aperitivi, cene e uscite serali nell'ottica di vivere un'esperienza sociale e di gratificazione. Quest'estate i turisti italiani e stranieri hanno certamente contribuito a un trend positivo per il settore HoReCa e hanno prediletto, accanto a relax e cultura, la ricerca di prodotti enogastronomici, soprattutto per vivere un'esperienza diversa e nell'ottica di comprare souvenir per i propri cari. 

I turisti che hanno consumato maggiormente vino in questi mesi estivi, sia a casa che in vacanza, sono stati:
- Americani (principalmente vini toscani, campani, pugliesi, sardi e siciliani);
- Tedeschi (principalmente vini emiliani, abruzzesi, trentini e denominazioni del Lago di Garda);
- Inglesi (principalmente vini piemontesi, sardi, siciliani e denominazioni del Lago di Garda);
- Francesi (principalmente vini campani, siciliani e piemontesi);
- Olandesi (principalmente vini abruzzesi, piemontesi e denominazioni del Lago di Garda).

 

Per il centenario Oiv lancia un concorso fotografico sul cambiamento climatico

24-05-2024 | News

Nell’ambito del Centenario dell’OIV e dell’Anno internazionale della vigna e...

Cina, la lenta avanzata dei wine bar

24-05-2024 | Trend

Continua la crescita dei bar in Cina. La “Guida ai...

Scoperte in una cantina austriaca ossa di mammut di 40mila anni fa

24-05-2024 | Trend

Un viticoltore austriaco ha fatto una scoperta spettacolare durante i...

Centenario per Martinotti, il padre della spumantizzazione italiana

24-05-2024 | Arte del bere

Sono in molti a ritenere che Federico Martinotti non abbia...

Emanuele Orsini eletto nuovo Presidente di Confindustria

24-05-2024 | News

L'imprenditore emiliano Emanuele Orsini, attivo nei settori dell'edilizia in legno...

Prezzi delle bevande alcoliche in Canada: la risposta del board dell’Ontario ai produttori

22-05-2024 | News

La Lcbo (Liquor Control Board of Ontario) ha preso atto...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.