Trend

Arte, architettura, design, interni, consigli culinari, tendenze, moda e comunicazione. Tutto all'insegna del buon gusto.

In base a quanto riportato da Iwsr Drink Market Analysis, la vendita online di alcolici negli Stati Uniti aumenterà il CAGR in valore dell'11% nel prossimo quinquennio. Entro il 2026 il vino aumenterà del 2% mentre la birra, il sidro e i prodotti pronti da bere complessivamente del 15%. A guidare la crescita futura, in considerazione del fatto che quella dei vini risulterà moderata, sarà la vendita online di spiriti, con il whisky che rappresenta circa la metà delle vendite di alcolici online negli Stati Uniti; è previsto un aumento del valore del 16% per i whisky e del 30% per i distillati entro il 2026.  "Negli Stati Uniti le vendite di alcolici online sono cresciute rapidamente negli ultimi anni. Il Covid-19 ha aumentato la consapevolezza di consumatori e rivenditori e proprietari di marchi che hanno investito molto nel settore. Alcuni Stati hanno anche allentato le precedenti restrizioni sulle vendite online, mentre in altri le soluzioni tecnologiche hanno offerto un modo per aggirare legalmente le barriere" ha dichiarato Guy Wolfe, responsabile degli approfondimenti sull'e-commerce di Iwsr Drink Market Analysis. Wolfe inoltre ha sottolineato: "Sebbene sia prevista una crescita significativa dell'alcol online, le aspettative si sono attenuate a fronte di un contesto economico sempre più incerto". 

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.