Studi e Ricerche

Le giacenze italiane di vini e mosti ammontano, al 31 marzo 2023, a 66,3 milioni di ettolitri (hl) in aumento del 3,4% rispetto ai 64 milioni di ettolitri che risultavano in cantina al 31 marzo 2022.

Screenshot_2023-04-26_alle_11.57.36.png

Più precisamente, le giacenze di vini Dop sono superiori dell’8,6% rispetto allo scorso anno; i vini Igp del 2,1%; i vini varietali registrano un surplus dello 0,7%; le giacenze di vini generici risultano essere superiori dell’1,1% rispetto allo scorso anno; le giacenze totali di vini sono superiori del 5,1% rispetto al 2022; i mosti segnano un meno 9%; il vino nuovo ancora in fermentazione un meno 46%%, ma con volumi ridotti quindi decisamente più sensibili alle variazioni percentuali.

Rispetto alla precedente rilevazione (28 febbraio 2023), i dati contenuti nei registri telematici segnano una riduzione delle scorte pari a 3,9 mln di hl di vini e mosti su base mensile, anche se va ricordato che questi dati registrano più propriamente gli spostamenti e non necessariamente le vendite di vino.

Dal confronto della rilevazione di febbraio 2023 (febbraio 2023 su febbraio 2022) con quella di marzo 2023 (marzo 2023 su marzo 2022), sembra confermarsi una tendenza, seppur ancora in forma contenuta, di leggero aumento delle scorte su base annua, anche se i numeri generali possono nascondere situazioni specifiche di sofferenza.

Screenshot_2023-04-26_alle_11.57.50.png

Infatti, anche se il surplus delle giacenze totali (vini e mosti) scende dal un + 4% al + 3%, il dato riferito alle scorte di soli vini si mantiene ad un + 5,1%. Sulle singole voci, le scorte dei vini Dop passano da un +8% della rilevazione di febbraio (febbraio 2023 su febbraio 2022) ad un più +8,6% della rilevazione di marzo (marzo 2023 su marzo 2022); anche i vini a Igp confermano il surplus, passando da un +2,1% registrato a febbraio ad un più contenuto +2% di marzo. Più contenute le scorte dei vini generici che passano da un +2,2% di febbraio ad un +1,1% di marzo, mentre scendono le scorte dei vini varietali che passano da un +2% ad un più contenuto +0,7%, anche se va detto che i numeri in valore assoluto sono contenuti e quindi più soggetti alle oscillazioni.

Scarica il report.

 

Congiuntura economica: le prospettive dopo il taglio dei tassi

14-06-2024 | Studi e Ricerche

Secondo uno studio di Confindustria, l'avvio del taglio dei tassi...

Finlandia: prove di liberalizzazione delle bevande alcoliche (si inizia fino a 8%)

14-06-2024 | Estero

La Finlandia ha recentemente liberalizzato la vendita di bevande alcoliche...

Alla scoperta dei sapori di Trapani: un viaggio enogastronomico dal mare alla valle del Belice

13-06-2024 | Itinerari

Un viaggio enogastronomico nella provincia di Trapani è un'esperienza che...

Masaf: deroga al 3% per la ristrutturazione dei vigneti nelle aree colpite da peronospora

13-06-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Vent’anni di export: la corsa di vino e spirits sui mercati internazionali

12-06-2024 | News

Negli ultimi anni, il panorama mondiale dell'export di vino e...

In dono ai Capi di Stato del G7 l’Atlante del patrimonio agroalimentare italiano

12-06-2024 | News

In occasione del prossimo G7, il governo italiano ha deciso...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.