Studi e Ricerche

La ristorazione a livello mondiale "vale" 1.921 miliardi di euro. Questo il dato relativo al 2020 rilevato da uno studio Deloitte Foodservice Market Monitor. Il risultato economico - spiegano gli analisti - è sospinto dall'espansione dall'area Apac (Paesi dell'Asia Pacifica), che da sola rappresenta il 48% del totale, aumentando la propria quota di tre punti percentuali rispetto al 2019.

Il report registra una crescita del peso del Nord America (24% 2020 vs. 22% 2019) cui corrisponde una leggera contrazione dell'Europa, che passa dal detenere il 20% del mercato nel 2019 al 18% registrato nel 2020. Lo studio mette in luce che il Full Service Restaurant (Fsr-ristorante con servizio al tavolo, di qualità) si conferma il formato più diffuso a livello internazionale (46%), con un vantaggio importante sugli altri formati nell'Apac (59%). Questo formato ha contributo alla crescita del settore, che si attesta a +2.1% pur soffrendo maggiormente l'impatto Covid-19.

A guidare la crescita del comparto è il Quick Service Restaurant (Qsr - fast food, delivery) segnando un +2.6%, dimostrandosi quindi il formato di ristorazione più resiliente. Lo studio prevede che alcune diverse abitudini di consumo persisteranno anche dopo la fine della pandemia. In particolare cucinare a casa è un'attività che un consumatore su due intende  svolgere in maggior misura rispetto al periodo pre-Covid anche dopo la crisi, in Italia come all'estero. Il ritorno al ristorante si prevede invece avverrà a un ritmo più lento del 2019. Guardando al fuori casa, per i prossimi anni, è atteso un rimbalzo del 7,9%. Considerando quindi - dicono gli espert - il calo a doppia cifra registrato lo scorso anno (-26,2%), il tasso annuo di crescita composto del periodo 2019-2025 potrebbe assestarsi all'1,3%.

L'enologo siciliano Pietro Russo terzo Master of Wine Italiano

26-02-2024 | Arte del bere

Pietro Russo, rinomato enologo siciliano, ha ottenuto il prestigioso titolo...

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.