Normative

Gli aggiornamenti di leggi e decreti che riguardano il mondo dei vini, degli spiriti e degli aceti

A beneficio di tutti pubblichiamo alcuni chiarimenti connessi alle recenti disposizioni di legge:

  1. sul sito del MEF sono stati pubblicati dei chiarimenti sulla moratoriadi legge introdotta dall'articolo 56 (Misure di sostegno finanziario alle micro, piccole e  medie  imprese colpite dall'epidemia) del DL 18/2020 (Decreto Legge “Cura Italia”): 
    http://www.mef.gov.it/focus/Sostegno-alla-liquidita-delle-PMI-cosa-ce-da-sapere/ 
    I chiarimenti consentono di verificare alle Piccole e Medie Imprese come attivare le previsioni di sollievo contenute nel Decreto Legge;
  2. l’INPS ha ripreso la materia dei versamenti previdenziali, attraverso un chiarimento offerto dal Ministero del Lavoro;
  3. DPCM 22/03/2020– Blocco delle attività: in relazione al decreto del Presidente del Consiglio di ieri (allego il testo pubblicato nella Gazzetta Ufficiale), sono giunti alcuni primi quesiti interpretativi. Fermo restando che man mano che usciranno chiarimenti provvederemo a darne notizia, riportiamo alcune prime indicazioni:
  4. a)il principio di fondo è la sospensione di tutte le attività industriali e commerciali, accompagnato però da una serie di eccezioni e precisazioni; 
  5. b)per quanto concerne le attività commerciali rimangono ferme le misure previste dai precedenti provvedimenti;
  6. c)per le attività industriali, le eccezioni alla sospensione riguardano una serie di ambiti, riconducibili direttamente o indirettamente a quelli della salute e dell’agroalimentare, individuati in allegato al DPCM e basate su un elenco di codici ATECO. È opportuno precisare che, su sollecitazione di Confindustria, l’elenco dei codici potrà essere integrato con decreto del MISE, sentito il MEF;
  7. d)al contempo, è prevista la prosecuzione di tutte quelle attività  funzionali ad assicurare la continuità delle filiere indicate nell’allegato, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi  essenziali, di cui pure è prevista la prosecuzione. La continuità produttiva è assicurata attraverso una procedura semplificata, basata su una comunicazione al Prefetto competente per territorio. Nella comunicazione andranno indicate le imprese o le amministrazioni destinatarie delle attività svolte. Attraverso questa procedura, ad esempio, può essere garantita la continuità di fornitura dei materiali e accessori per il confezionamento, la presentazione e l’imballaggio dei prodotti, qualora gli specifici codici di lavorazione non fossero presenti nell’allegato al decreto;
  8. e)allo stesso modo, o tramite la previsione generale dell’articolo 1 – lett. f), possono trovare soluzione i casi di incongruenza fra il codice che appare nel certificato camerale dell’azienda (ad esempio codice di commercio) e l’attività di produzione tradizionalmente svolta e testimoniata anche nell’oggetto sociale.

 Scarica il Dpcm del 22 marzo

Scarica i chiarimenti Inps sui contributi previdenziali

 

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

Confindustria presenta "Fabbrica Europa": strategie per il futuro competitivo dell'industria europea

20-02-2024 | News

Il 20 febbraio a Roma, Confindustria ha presentato il documento...

Cile: studi per l’utilizzo alimentare dei residui di produzione di vino e birra

20-02-2024 | Studi e Ricerche

Le scienziate cilene Carmen Soto e Lida Fuentes stanno conducendo...

Italia 2024: Confindustria vede sfide e opportunità, serve una spinta sul Pnrr

19-02-2024 | News

Secondo l'ultimo rapporto del Centro Studi di Confindustria l'anno in...

Modifica disciplinare vino Piceno

15-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 13 febbraio 2024...

Please publish modules in offcanvas position.