News

Raccoglie i primi frutti la campagna di comunicazione negli Usa "Italian Wine - Taste the Passion" firmata dall’Agenzia ICE. Lo rivela un recente sondaggio sui lettori di Wine Spectator. Una  ricerca condotta sui lettori della celere rivista conferma che il vino italiano è molto apprezzato dai consumatori locali e spesso rappresenta la categoria di prodotto importato preferita. L’analisi svolta sul numero di ottobre 2018 della rivista ha misurato in particolare l’efficacia della campagna di comunicazione Italian Wine - Taste the Passion, realizzata negli USA dall’Agenzia ICE.

Il sondaggio, svolto con 12 domande, ha evidenziato che la pubblicità ha suscitato un notevole interesse, attirando l'attenzione del 67% dei lettori ed indicando anche un potenziale particolarmente alto per gli acquisti futuri. Infatti, il 74% considera i vini italiani paragonabili al raffinato design del nostro Paese, mentre il 63% ha risposto che prenderà in considerazione l'acquisto di vini italiani. Le linee sinuose della pubblicità che legano un violino, simbolo dell'artigianato, del design e del patrimonio artistico italiano, ad un vino rosso pregiato hanno evocato ad oltre il 70% dei lettori la passione italiana per la produzione di qualità, dal design ai vini.

ORIZONTAL ASSETS.jpg

I lettori di Wine Spectator si confermano essere dei conoscitori del vino che hanno già familiarità con la produzione italiana e quindi in grado di indicare anche le sfide per il futuro. Infatti, se da un lato il 90% dichiara di bere vini italiani, solo il 16% lo fa abitualmente, sottolineando l’esigenza per i nostri produttori di stabilire una presenza più regolare nei consumi domestici e nella ristorazione americana. Del resto questo è proprio l’obiettivo principale del Progetto Vino USA lanciato dall’Agenzia ICE nel 2018.

Nonostante la forza dell'Italia nell’export verso gli USA, lo studio rivela che tra gli intervistati il 34% e il 48% sono propensi ad acquistare una bottiglia di vino californiano rispettivamente nelle fasce di prezzo $10-$20 e $20+, confermando che il principale concorrente nel mercato statunitense sono proprio i vini locali.

 

The Vermouth of Turin nelle nomination di Tales of the cocktails

26-06-2019 | Arte del bere

l  libro “The Vermouth of Turin” è stato nominato fra i primi...

Rimini dice addio alla plastica per i drink: dal 1° luglio le cannucce si mangiano

25-06-2019 | Trend

Il 1° luglio a Rimini entra in vigore l'ordinanza "plastic...

Verso la conclusione i negoziati tra Ue e Mercosur, il vino fuori dallo scambio di offerte

25-06-2019 | News

Il negoziato tra l’Unione europea e i paesi del Mercosur...

Il vino fa bene a Sotheby's: crescita del 23% nei primi sei mesi dell'anno

24-06-2019 | News

Il vino fa bene alle aste. Sotheby’s (recentemente acquistata dal...

Visita al Museo del Vino e del Cavatappi

21-06-2019 | Itinerari

Intitolata al noto letterato del ‘700 e situata a Ciliverghe...

Il futuro secondo i guru della mixology? Sempre più Pre-Batched cocktails e food pairing

20-06-2019 | Trend

Ospitalità, creatività e high standing: sono questi i concetti chiave...

Federvini

   Via Mentana 2/B, 00185 Roma
+39.06.49.41.630
+39.06.44.69.421
+39.06.49.41.566
redazione@federvini.it
www.federvini.it
   C.F. 01719400580

Condividi

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news del portale Federvini.

Seguici

  

© 2019 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection