News

La domanda di drink low alcol ed analcolici sta crescendo. L’industria l’asseconda e la legge l’incentiva. Ecco la risposta dei professionisti del banco bar: tra drink vergini, sodati, dietetici, mocktail e nel ghiaccio

Cresce il mercato dei leggeri: ne abbiamo le prove. L’ultima conferma arriva da “Alcohol trends - markets and innovations”, uno studio su scala mondiale condotto da Business Insights. L’indagine, pubblicata nel 2009, ha fatto brindare molti. Specialmente i produttori di analcolici, birre leggere e ready to drink. Stando alle previsioni della ricerca si prevedono grandi crescite, già nel breve periodo. Le vendite di birra sarebbero pronte a raggiungere nel 2011 i 210 milioni di ettolitri, con il Medio Oriente e l’Africa che contribuirebbero alla crescita globale per il 6%, il Centro e il Sud America per il 19,5%, l’Europa dell’Est per un altro 19,5% e l’Asia con un vero botto: +55%. Un risultato analogo dovrebbe ottenerlo, incrociando le dita, anche il vino. Secondo gli analisti i fattori che stanno incidendo nella crescita delle bevande ”light” sono sostanzialmente quattro: l’incremento nella richiesta di prodotti-benessere e di bevande poco alcoliche; l’esigenza di socializzare, ma senza per questo dover alzare troppo il gomito (fatto più comune nei Paesi nordici); il progresso nella domanda di prodotti sempre più dolci e fruttati e, non da ultimo, l’aumento dei consumi di drink alcolici tra le giovani adulte.

fonte: www.b2b24.ilsole24ore.com

Al via il Festival della Dieta Mediterranea, pratica virtuosa e “miglior risposta al Nutriscore”

20-05-2022 | News

Prende il via il Festival nazionale della Dieta Mediterranea, con una...

Mariacristina Castelletta nuovo presidente del Consorzio Alta Langa

19-05-2022 | Arte del bere

Cambio della guardia ai vertici del Consorzio Alta Langa: il...

Week end in rosa sul lago di Garda

19-05-2022 | Itinerari

Ritorna anche quest’anno l’atteso appuntamento con Chiaretto di Bardolino in Cantina:...

Bordeaux 2021 en primeur: previsto un calo della domanda

18-05-2022 | Arte del bere

Secondo Liv-ex oltre il 71% dei commercianti internazionali ha dichiarato...

Usa, i Millennials apprezzano sempre di più il vino a basso contenuto di alcol

17-05-2022 | Trend

Il valore della categoria del vino a basso contenuto alcolico...

Colpire il vino nelle ritorsioni commerciali, una perdita di 340 milioni di dollari all'anno

17-05-2022 | News

Nell'articolo "Vino: il sacco da boxe nella rappresaglia commerciale" pubblicato...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.