News

Il carbonio 14 presente negli zuccheri del vino alleato contro i 'tarocchi'

Oltre a retrogusto e colore, i sommelier dovranno allenarsi anche a valutare la radioattivita' dei vini. Un nuovo test sviluppato dall'università di Adelaide, che lo ha presentato al meeting annuale dell'American Chemical Society, ha scoperto il modo di risalire all'annata originale di un vino verificando la quantità di un isotopo radioattivo del carbonio lasciata al suo interno dai test atomici degli anni '50. Una metodologia, spiegano gli autori, che potrebbe portare alla luce che almeno il 5% delle bottiglie piu' preziose è un falso. Quello di smascherare falsi vini d'annata è un grosso problema innanzitutto economico, dato l'alto costo delle bottiglie più pregiate, come ad esempio lo Chateau Lafite Rothschild 1982 venduto pochi mesi fa per 28mila euro. Secondo molti esperti il giro di bottiglie false o diluite con vini meno pregiati arriva al 5% di tutte le bottiglie d'annata sul mercato.

Fonte: Ansa.it

Circolare Agea: le misure per il sistema di autorizzazioni degli impianti viticoli

22-03-2023 | Normative

E’ stata pubblicata la Circolare Agea relativa alle disposizioni nazionali attuative delle...

Sotheby's Hong Kong: ad aprile asta di vini da 3,5 milioni di dollari

22-03-2023 | Arte del bere

Dal 2 aprile Sotheby's Hong Kong proporrà una collezione di...

Prosecco, snodo cruciale per il negoziato tra Italia e Australia

22-03-2023 | Estero

Alla fine degli anni 2000 i produttori della zona del...

Vermouth, volumi di produzione raddoppiati per l’eccellenza torinese

22-03-2023 | Trend

Il Vermouth di Torino continua a registrare il trend positivo...

Doc Lugana sempre più wine destination

22-03-2023 | Trend

Il Lugana si conferma una Doc in piena salute, che...

© 2023 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.