News

Al motto 'Drink Italian', l'Italia si prende la sua fetta di protagonismo al Bar Convent 2023. La fiera gemella di quella lanciata a Berlino nel 2007 si svolge a New York oggi 13 giugno e domani a Industry City, Brooklyn. Luogo nel quale si riunirà tutta l'industria del bere a livello mondiale e da dove, tra le altre cose, si lanceranno le nuove tendenze nell'universo 'mixology'.

Bar Convent deriva il nome dal latino 'convenire' e l'edizione newyorkese è stata lanciata nel 2018. Tra centinaia di espositori, l'Italia ha un padiglione, sotto l'egida Ice, con 18 aziende, di cui 8 appartenenti al Consorzio The Spirit of Italy (tra cui Silvio Meletti, Distilleria Moccia, Distilleria Nardini, Pallini, Strega Alberti Benevento, Toschi Vignola e Distilleria Vanelli) rappresentative di diverse realtà regionali italiane e di una gamma diversificata di prodotti da bere in purezza o mixati. 
"In tre anni - ha detto Antonio Laspina, direttore Ice di New York e coordinatore della rete Usa - siamo passati da una postazione semplicemente esplorativa nel 2021, a dieci aziende nel 2022, e quest'anno 18". 
Negli Stati Uniti, l'Italia sta attraversando un momento d'oro per gli spirits. "E' un settore - continua Laspina - che abbiamo messo sotto l'ombrello Ice dall'epoca dei super dazi durante la presidenza Trump e ora sta andando benissimo, grazie anche ad un elemento che fa tendenza, ossia il recupero delle bevande tradizionali italiane, come gli amari o liquori caratterizzati dall'ampia varietà di prodotti naturali offerti". 

Bar Convent Brooklyn si è imposto come uno degli eventi trade più importanti nel settore Spirits negli USA, raccogliendo produttori, importatori e professionisti bartender ed offrendo loro opportunità di networking, di presentazione di nuovi prodotti e di educazione sui nuovi trend e sulle tematiche del mondo della mixology. L’azione di comunicazione a supporto alle aziende italiane è stata anticipata dall’organizzazione al Bar Blondeau presso l’Hotel Wythe a Brooklyn di un classico aperitivo italiano dove giornalisti e brand Ambassadors delle aziende hanno potuto degustare i cocktail realizzati dal mixologist Michele Alfonso che, durante la fiera, curerà anche due masterclasses riguardo a "Aperitivo Italiano - Italian Happy Hour & Way of Life" per esplorare i molteplici abbinamenti possibili e la cultura dell’aperitivo e "Origin Stories - Classic Italian Cocktails & Their Cities" per far conoscere la provenienza dei principali cocktails. Secondo i dati forniti dall'Ice, l'Italia è il settimo esportatore di superalcolici negli Stati Uniti e il valore delle sue esportazioni ha continuato a crescere nel 2022. In particolare sono stati esportati superalcolici per 242 milioni di dollari, rispetto al 2021, in percentuale l'export è cresciuto del 56,3%.  " Il mercato statunitense degli Spirits - sottolinea Laspina - sta rivelando un interesse verso il prodotto italiano di qualità che si presenta in tutta la sua varietà e versatilità nel mondo della mixology contemporanea. C'è tanta creatività e molto spesso si recepiscono questi nuovi prodotti che sono più all'insegna della sostenibilità e dell'artigianalità. Il trend che sta attraversando il mondo del food vale anche per il bere. Fiere tipo il Bar Convent sono fondamentali perché offrono una vetrina alle piccole aziende". 

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.