News

Il Governo Italiano ha attivato la procedura d’infrazione ex art. 259 Tfue nei confronti della Slovenia a tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp. La notizia che si attendeva da mesi nelle stanze del Consorzio e tra le numerose imprese modenesi produttrici del pregiato condimento è diventata un fatto reale nel pomeriggio del 5 agosto, con l’investitura dell’Avvocatura dello Stato per procedere al fine di tutelare una volta per tutte non soltanto l’Aceto Balsamico di Modena Igp, ma l’intero sistema delle Dop e delle Igp, che avrebbe potuto trovarsi verosimilmente a rischio se la linea della Slovenia – che di fatto ha trasgredito un regolamento europeo - non fosse stata impugnata per ristabilire l’ordine giuridico delle cose e dunque si fosse lasciato correre quello che si presenta come un pericoloso precedente.  Immediata la reazione della Presidente del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp Mariangela Grosoli, che nel ringraziare quanti si sono adoperati alla causa nel corso dei mesi ha dichiarato che “la notizia che arriva dal Consiglio dei Ministri ci rinfranca e solleva il morale, poiché conferma il supporto ed il pieno sostegno del Governo al nostro fianco. Dopo mesi di attesa e preoccupazione, finalmente vediamo uno spiraglio di luce: dobbiamo solo attendere i tempi tecnici per lo svolgimento delle procedure interne che nell’arco dei prossimi mesi porteranno alla formalizzazione del ricorso, per il resto siamo certi che questa decisione possa finalmente portare ad una risoluzione del problema”.  Il primo passo dopo l’attivazione della procedura d’infrazione sarà una fase di consultazione presso la Commissione Europea, a cui farà poi seguito, qualora si rendesse necessaria, l’azione presso la Corte di Giustizia dell’UE. Intanto lo sprint finale - pur se arrivato a distanza di molti mesi dalla prima istanza sollevata dal Consorzio e dalle istituzioni del territorio modenese nonché regionale dell’Emilia Romagna prima di approdare in Parlamento e al Mipaaf – è partito, grazie all’informativa presentata nel pomeriggio di giovedì 4 agosto dal Ministro per le Politiche Agricole Stefano Patuanelli al Consiglio dei Ministri.   Dalla prima denuncia dell’infrazione da parte della Slovenia – a inizio del 2021 - numerose sono state le dichiarazioni a sostegno del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp, con l’impegno ben preciso di farsi portavoce con il Governo affinché venisse attivata la procedura d’infrazione, l’extrema ratio per veder tutelati i diritti della denominazione che rappresenta una fetta molto importante del made in Italy agroalimentare, stimato nel suo complesso con un valore economico di circa 17 miliardi di euro.  
La questione si è innescata quando, a inizio dello scorso anno, il Governo sloveno ha notificato alla Commissione Europea una norma tecnica nazionale in materia di produzione e commercializzazione degli Aceti che, oltre a porsi in netto contrasto con gli standard comunitari e con il principio di armonizzazione del diritto europeo, cerca di trasformare la denominazione “aceto balsamico” in uno standard di prodotto. Operazione illegittima ed in contrasto con i regolamenti comunitari che tutelano Dop e Igp e disciplinano il sistema di etichettatura e informazione del consumatore. Da allora, nonostante l’attivazione immediata del Consorzio e delle Istituzioni per impugnare predetta norma tecnica in sede europea, non si erano avute risposte concrete e con la prima procedura non andata a buon fine, di fatto circa un anno fa la norma tecnica slovena è entrata in vigore con i rischi che ne conseguono per il sistema delle Dop e delle Igp europee, a quel punto di fronte ad un pericoloso precedente.  In questo arco di tempo, il Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp si è attivato in tutte le sedi istituzionali possibili, raccogliendo all’unisono il supporto del Comitato Agricolo delle Regioni, del Mipaaf, dell’Avvocatura dello Stato e di vari esponenti del mondo politico ed istituzionale e di Origin Italia, Origin Europa e Federvini.  “A questo punto – ha aggiunto Mariangela Grosoli – non resta che attendere l’avvio ufficiale della procedura e seguirne le diverse fasi previste dalle normative europee. Nel mentre, mi preme ringraziare a nome del Consorzio, tutti coloro che all’interno delle Istituzioni negli ultimi mesi si sono spesi a difesa della nostra causa, in primis il Ministro per le Politiche Agricole Stefano Patuanelli che si fatto carico di presentare l’informativa in CdM, ma anche il Sottosegretario Sen. Gian Marco Centinaio, l’Avvocato Francesco Fortuna Capo di Gabinetto del Ministro Patuanelli e il Mipaaf tutto, l’Avvocatura di Stato ed il Sottosegretario di Stato agli Affari Europei Dott. Vincenzo Amendola, senza dimenticare la Deputata On. Benedetta Fiorini, in prima linea fin dalla prima ora come anche il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e l’Assessore regionale all’agricoltura Alessio Mammi”. 

 

Il miglior bar del mondo 2022 è a Barcellona ma i barman sono italiani

05-10-2022 | News

Non a caso la premiazione dei migliori bar al mondo...

Australia: entro il 2026 salirà la spesa pro-capite in vino, svolta sulla qualità

04-10-2022 | Trend

Il mercato del vino australiano crescerà da 9,8 miliardi di...

Maxi-frode su vini pregiati in Cina per oltre 51 milioni di dollari

04-10-2022 | News

In Cina è in corso un'indagine penale sulla vendita di...

Tre locali italiani nella classifica dei migliori 100 bar al mondo

29-09-2022 | Estero

The World's 50 Best Bars ha annunciato la classifica 51-100...

Il 41° Premio Masi incorona la Procuratoria della Basilica di San Marco a Venezia

29-09-2022 | Arte del bere

Proclamati i vincitori del 41° Premio Masi. Sono la Procuratoria della...

British Airways, acquisti di vino con i punti acquisiti grazie ai voli

29-09-2022 | Estero

British Airways sta lanciando una nuova enoteca online nell'ambito di...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.