News

Riflettori puntati sul mercato cinese delle bevande a bassa gradazione alcolica, che si prevede raggiungerà oltre 74 miliardi di RMB (11 miliardi di dollari) entro il 2025. A conferma del trend, WiMo, un nuovo marchio cinese di vino in lattina creato solo l'anno scorso, ha sorpreso il mercato del vino raccogliendo milioni di finanziamenti.

Fondato nel 2021, WiMo "Pu Ke" (WiMo "葡刻"), che in cinese significa "Momento del vino", è un marchio di vino dal consumo veloce che si rivolge alle giovani generazioni. La sua rapida ascesa ha attirato l'attenzione di Kindergarten Green, una società di investimento sostenuta dalla piattaforma di streaming video iQIYI, di proprietà del gigante cinese della ricerca su Internet Baidu Inc, che ha deciso un finanziamento "milionario".

Questo è già il secondo investimento significativo nell'azienda a un anno dalla fondazione. Solo cinque mesi dopo la sua costituzione, si era assicurata un capitale di 10 milioni di RMB (1,5 milioni di dollari) dall'angel investor Telescope Investment, una società cinese di venture capital che si concentra sulle start-up nazionali del settore retail.

Secondo i dati della piattaforma di ricerca commerciale Tianyancha, a settembre 2021 la Cina contava più di 115.000 imprese legate al settore degli alcolici. Anche famosi investitori, tra cui Matrix Partners e Sequoia China, stanno guardando al crescente settore delle bevande a basso contenuto alcolico che si rivolge ai consumatori della generazione Z. Secondo quanto riporta il sito specializzato vino-joy.com nel 2020 il mercato cinese delle bevande a basso contenuto alcolico ha già raggiunto una valutazione di 20 miliardi di RMB (3 miliardi di dollari) e si prevede appunto che crescerà fino a 74,2 miliardi di RMB (11 miliardi di dollari) entro il 2025.

Una delle ragioni principali del successo di WiMo è stata la sua strategia di marketing, pensata per i primi consumatori di vino attenti alla salute. In Cina sono le giovani generazioni a guidare la crescita delle bevande analcoliche o a basso contenuto di alcol.

Gli spumanti e la serie "Winetails" di WiMo, due delle sue gamme più popolari, sono caratterizzati da sapori fruttati e da una consistenza spumeggiante simile a quella dei succhi di frutta e delle bevande analcoliche. Con lo slogan "additivi minimi", WiMo promuove un'immagine di marca sana e facile da bere, che ha rapidamente guadagnato popolarità tra i giovani consumatori.

Per quanto riguarda il packaging, WiMo ha optato per una confezione in lattina, più informale e portatile, invece delle bottiglie di vetro. La confezione in lattina dà anche un'immagine informale, per un consumo in qualsiasi occasione. Senza i riti legati al consumo tradizionale, sottolineano a WiMo.

Accordo di libero scambio Ue-Nuova Zelanda

05-07-2022 | Estero

Quattro anni dopo l'inizio delle trattative, Il 30 giugno scorso...

Il Consorzio Vini d'Abruzzo primo a ottenere la certificazione di sostenibilità integrata "SI rating"

05-07-2022 | Arte del bere

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo - che raggruppa oltre 200 produttori...

L’Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche

05-07-2022 | Estero

L'Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche. La nuova legislazione...

L’84% delle aziende vinicole ha certificazione di sostenibilità (ma lo comunica poco)

05-07-2022 | Studi e Ricerche

 L'84% delle aziende italiane del vino presenta almeno una certificazione...

All’Asi barbatelle di Nebbiolo, Sangiovese e Aglianico per sperimentazioni nello spazio

05-07-2022 | Arte del bere

La Fondazione italiana sommelier ha consegnato barbatelle di Nebbiolo, Sangiovese...

Al via i fondi per gli impianti fotovoltaici nelle aziende agricole

04-07-2022 | News

"Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Agrisolare possiamo finalmente iniziare...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.