News

Nell'articolo "Vino: il sacco da boxe nella rappresaglia commerciale" pubblicato sulla rivista Food Policy si arriva alla conclusione che le recenti controversie commerciali minacciano di ridurre il commercio di vino di quasi 340 milioni di dollari all'anno e di ridurre significativamente il benessere dei consumatori, mentre la completa liberalizzazione del commercio amplierebbe gli scambi di circa 76 milioni di dollari.

Lo studio analizza l'impatto delle tariffe e della ritorsione tariffaria stimando un modello di gravità strutturale del commercio mondiale di vino, quindi simula gli effetti delle tariffe e della ritorsione tariffaria, nonché gli effetti della liberalizzazione degli scambi, sul commercio e sul benessere del mercato internazionale per vino.

 

Accordo di libero scambio Ue-Nuova Zelanda

05-07-2022 | Estero

Quattro anni dopo l'inizio delle trattative, Il 30 giugno scorso...

Il Consorzio Vini d'Abruzzo primo a ottenere la certificazione di sostenibilità integrata "SI rating"

05-07-2022 | Arte del bere

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo - che raggruppa oltre 200 produttori...

L’Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche

05-07-2022 | Estero

L'Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche. La nuova legislazione...

L’84% delle aziende vinicole ha certificazione di sostenibilità (ma lo comunica poco)

05-07-2022 | Studi e Ricerche

 L'84% delle aziende italiane del vino presenta almeno una certificazione...

All’Asi barbatelle di Nebbiolo, Sangiovese e Aglianico per sperimentazioni nello spazio

05-07-2022 | Arte del bere

La Fondazione italiana sommelier ha consegnato barbatelle di Nebbiolo, Sangiovese...

Al via i fondi per gli impianti fotovoltaici nelle aziende agricole

04-07-2022 | News

"Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Agrisolare possiamo finalmente iniziare...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.