News

Accolta dalla Regione Toscana la richiesta dei consorzi Vino Chianti e Brunello di Montalcino di ridurre la resa di uva destinata alla produzione di vino per quest'anno. La Giunta toscana, spiega una nota, su proposta della vicepresidente della Regione e assessore all'agricoltura Stefania Saccardi, ha approvato delibere che disciplinano la produzione della vendemmia 2021 dei due consorzi. In particolare, il Chianti ridurrà del 15% le rese ad ettaro e a ceppo dell'uva destinata a diventare vino a Docg Chianti, anche con riferimento alle cosiddette sottozone e alla menzione Superiore. Per il Brunello invece resterà invariata la quantità massima di uva rivendicabile per il primo ettaro di vigneto, e successivamente sarà ridotta da 80 a 70 q/ha. I viticoltori ilcinesi potranno realizzare la riduzione della resa non solo in campo, ma anche mediante il cosiddetto 'declassamento' di un corrispondente quantitativo di vino classificato come vino pronto a divenire Brunello di Montalcino, prodotto nelle tre annate precedenti e giacente in azienda. "Dopo esserci confrontati con la filiera vitivinicola regionale - ha detto Saccardi - non vi è dubbio che per entrambe le denominazioni, da anni impegnate nella costante ricerca di un equilibrio di mercato e di un buon livello di remunerazione dei prezzi, anche per la vendemmia di quest'anno occorre contenere la resa produttiva dei vini in questione. L'obiettivo: stabilizzarne il mercato attraverso un riequilibrio fra domanda e offerta in un momento storico particolare, con conseguente consolidamento dei prezzi. La situazione sanitaria determinata dalla pandemia da Covid, anche nel corso del 2021, ha provocato pesanti ripercussioni anche sul mercato del vino". 

Mega-sequestro di vini falsificati nella provincia cinese del Fujian

05-12-2022 | Estero

Nel Fujian, ricca provincia costiera della Cina meridionale, è stato...

Via libera Ue al piano Pac dell’Italia (sostegni per 35 miliardi)

05-12-2022 | News

La Commissione europea ha dato il via libera al Piano...

Vini, spiriti e aceti, positivo il bilancio 2022 ma cautela su prospettive 2023

02-12-2022 | News

In attesa di un 2023 per il quale gli organismi...

Comitato misto Italia-Francia-Spagna sul vino: la Ue ci ascolti sulle nuove etichette

02-12-2022 | News

Riunito a Roma il Comitato misto franco-spagnolo-italiano per il settore...

Lollobrigida: il governo si impegnerà a snellire la burocrazia per la filiera vino-spiriti

02-12-2022 | News

"Il 2022 è stato un anno complesso, cominciato sotto i...

L’elenco Masaf dei Laboratori designati all'analisi di prodotti biologici

01-12-2022 | Normative

Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato l'elenco dei Laboratori designati...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.