News

Accolta dalla Regione Toscana la richiesta dei consorzi Vino Chianti e Brunello di Montalcino di ridurre la resa di uva destinata alla produzione di vino per quest'anno. La Giunta toscana, spiega una nota, su proposta della vicepresidente della Regione e assessore all'agricoltura Stefania Saccardi, ha approvato delibere che disciplinano la produzione della vendemmia 2021 dei due consorzi. In particolare, il Chianti ridurrà del 15% le rese ad ettaro e a ceppo dell'uva destinata a diventare vino a Docg Chianti, anche con riferimento alle cosiddette sottozone e alla menzione Superiore. Per il Brunello invece resterà invariata la quantità massima di uva rivendicabile per il primo ettaro di vigneto, e successivamente sarà ridotta da 80 a 70 q/ha. I viticoltori ilcinesi potranno realizzare la riduzione della resa non solo in campo, ma anche mediante il cosiddetto 'declassamento' di un corrispondente quantitativo di vino classificato come vino pronto a divenire Brunello di Montalcino, prodotto nelle tre annate precedenti e giacente in azienda. "Dopo esserci confrontati con la filiera vitivinicola regionale - ha detto Saccardi - non vi è dubbio che per entrambe le denominazioni, da anni impegnate nella costante ricerca di un equilibrio di mercato e di un buon livello di remunerazione dei prezzi, anche per la vendemmia di quest'anno occorre contenere la resa produttiva dei vini in questione. L'obiettivo: stabilizzarne il mercato attraverso un riequilibrio fra domanda e offerta in un momento storico particolare, con conseguente consolidamento dei prezzi. La situazione sanitaria determinata dalla pandemia da Covid, anche nel corso del 2021, ha provocato pesanti ripercussioni anche sul mercato del vino". 

Prosecco Doc, oltre 627 milioni di bottiglie e più valore

13-01-2022 | Trend

Le aziende appartenenti al Consorzio di tutela del Prosecco Doc...

Ristorazione in affanno: “Il Governo ci faccia rientrare nel decreto sostegni”

13-01-2022 | News

L’improvvisa ripresa dei contagi che ha compromesso il mese più...

Vini più costosi al mondo: Borgogna mantiene il primato

12-01-2022 | Arte del bere

Il 2021 per il mercato delle aste dei vini pregiati...

Mipaaf, presentato il Piano Strategico Nazionale della nuova Pac

11-01-2022 | News

Una strategia unitaria, che si avvale di diversi strumenti a...

Nuovo sito per l'Organizzazione internazionale di metrologia legale

11-01-2022 | Arte del bere

L'Organizzazione internazionale di metrologia legale (Oiml) lo scorso 9 gennaio 2022...

Il Quebec (Canada) estende il passaporto vaccinale anche all'acquisto di alcol

11-01-2022 | Estero

Il ministro della salute del Quebec ha annunciato che, a...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.