News

È stato pubblicato nella GU ( https://bit.ly/3dPHfuV ) il testo del nuovo DPCM adottato ieri dal Governo per contrastare la ripresa dei contagi da Covid-19.

In sintesi il nuovo provvedimento stabilisce:

  • I sindaci potranno disporre la chiusura al pubblico dopo le 21 di vie e piazze dove si creano assembramenti, consentendo accesso solo per abitazioni private ed esercizi commerciali. 
  • Dalle ore 5 del mattino a mezzanotte sono consentiti tutti i pubblici esercizi se il consumo è previsto ai tavoli, altrimenti la somministrazione è possibile solo fino alle 18. Le consegne a domicilio sono consentite senza vincolo di orario, l’asporto solo fino a mezzanotte. Nei ristoranti si potrà stare solo fino a 6 persone per tavolo e tutti i ristoratori dovranno affiggere il numero massimo di persone ammesse all’interno. Queste  attività restano consentite a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello  svolgimento  delle suddette attività con l'andamento  della  situazione  epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee  guida applicabili. Nessuna limitazione di orario è prevista per i servizi di ristorazione negli ospedali, negli aeroporti e lungo le autostrade.
  • Nelle sale gioco e bingo, l’apertura sarà limitata fino alle ore 21. 
  • Le attività scolastiche continueranno in presenza. Per le scuole secondarie di secondo grado verranno favorite modalità ancor più flessibili di organizzazione dell’attività didattica, con ingresso a partire dalle ore 9 e se possibile anche con turni pomeridiani. Per le Università è previsto che si attuino piani di organizzazione della didattica in funzione delle esigenze formative e anche dell’evoluzione del quadro pandemico territoriale.
  • Resta vietato lo sport da contatto amatoriale e non sono consentite competizioni e gare dell’attività sportiva dilettantistica di base. Saranno consentite attività in forma individuale e rimane consentita attività sportiva a livello professionistico.
  • Sono vietate sagre, fiere locali, ma restano consentite manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale. 
  • Sono sospese tutte le attività convegnistiche e congressuali salvo che si svolgano con modalità a distanza. 

Per superare le ordinanze regionali e/o locali, sembra quindi che si debbano attendere altri provvedimenti regionali o provinciali.

 

CsC, la risalita del PIL italiano nel 2021 più forte delle attese (+6,1%)

17-10-2021 | News

Quale economia italiana all'uscita dalla crisi? È la domanda a...

Cantine, donne e lavoro. Micaela Pallini a Rai News

17-10-2021 | News

Chimica per formazione e imprenditrice per scelta, Micaela Pallini guida...

Ismea, export vino naviga verso i 7 mld di euro a fine anno

17-10-2021 | Studi e Ricerche

L’Italia del vino cavalca appieno la tumultuosa ripresa della domanda...

Asta benefica del Barolo en primeur: appuntamento il 30 ottobre

15-10-2021 | Arte del bere

Sul modello in voga in Francia già da tempo, ma...

L'Italia del vino sotto la lente: ricerca della Rome Business School

15-10-2021 | Studi e Ricerche

Conferma del primato mondiale nella produzione. "Ritorno alla vigna" da parte...

Vigneti di montagna in Valle Camonica

15-10-2021 | Itinerari

In Valle Camonica, nota in tutto il mondo per le sue straordinarie...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.