News

I vini francesi si salvano da nuovi dazi americani. L'amministrazione Trump aveva ipotizzato l'imposizione di ulteriori dazi su beni francesi (per un valore di 1,3 miliardi di dollari) come ritorsione per le nuove tasse sui servizi digitali che ricadono pesantemente sui colossi Internet americani. Un rapporto dell'amministrazione Trump dello scorso dicembre aveva raccomandato tariffe del 100% su un elenco di importazioni che includeva anche il vino, ma l'amministrazione ora raccomanda tariffe del 25% e il vino è stato completamente eliminato dall'elenco. Le tariffe proposte non avranno effetto fino al gennaio 2021, secondo quanto riferito, per dare ai due Paesi il tempo per una trattativa costruttiva.

Caro-energia, inflazione record e rialzo dei tassi frenano l’economia a fine 2022

29-11-2022 | News

Ancora in rallentamento l’economia italiana: il caro-energia è persistente e...

Consumo di whisky: nel mondo vendute 44 bottiglie al secondo

29-11-2022 | Trend

Nel 2021 sono state vendute oltre 1,3 miliardi di bottiglie...

Primato italiano in Europa per numero di imprese nell’enogastronomia

29-11-2022 | Studi e Ricerche

L'Italia è in testa, a livello europeo, per il numero...

TTB: in arrivo nuove regole che richiedono etichette obbligatorie per gli alcolici

27-11-2022 | Estero

L'Alcol and Tobacco Tax and Trade Bureau (TTB) del Dipartimento...

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg lancia Green Academy e Wine Tourism Lab

27-11-2022 | Arte del bere

Sono stati presentati in occasione dei festeggiamenti del 60esimo Anniversario della...

Vino: il Crea festeggia 150 anni di ricerca sull’enologia italiana

26-11-2022 | Studi e Ricerche

«Il Centro Viticoltura ed Enologia rappresenta l’eredità scientifica della Regia...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.