News

Mosca vuole cambiare in corsa le regole del trade enologico: si rischia un nuovo protezionismo proprio nel mercato di sbocco piu' dinamico al mondo". E' la sintesi del messaggio lanciato oggi a Mosca da Lamberto Vallarino Gancia, presidente di Federvini e Ceev (Comite' europe'en des entreprises vins) e Giancarlo Voglino, coordinatore dell'Istituto del vino italiano 'Grandi Marchi', associazione che riunisce le 17 aziende-icona del vino italiano nel mondo. "Chiediamo attenzione al Governo Russo - hanno detto i due player del vino italiano nell'ambito della manifestazione "Solo italiano" organizzata dalla IEM, International Exhibition Management - e soprattutto criteri uniformi a quelli internazionali all'insegna di una maggiore liberalizzazione.

continua a leggere su: www.agi.it

Fondo 394/Pnrr Simest: proroga al 31 maggio 2022

03-12-2021 | Normative

Il Comitato Agevolazioni ha prorogato al 31 maggio 2022 l’apertura...

Differiti i termini per i contributi eccedenti l’esonero gennaio-giugno 202i

03-12-2021 | Normative

L’Inps, con messaggio n. 4293 del 2 dicembre 2021, ha...

"L'Oltrepò che Siamo": il primo sito web di storytelling dedicato al territorio pavese

03-12-2021 | Itinerari

Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Camera di Commercio di Pavia...

Censis, le quattro “transizioni” che cambieranno il Paese

03-12-2021 | News

Dopo il lungo decennio di crisi, con lo sprofondare lento...

Autunno in Lombardia, emozioni nella natura e nella storia

03-12-2021 | Itinerari

L’autunno in Lombardia è il momento perfetto per immergersi nella...

Le bottiglie in vetro più sostenibili del bag-in-box, riciclo nella Ue al 78%

02-12-2021 | Studi e Ricerche

Secondo una ricerca di Wine Intelligence commissionata da Vinexposium, il...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.