Itinerari

Federvini consiglia i posti da visitare e gli itinerari da seguire per apprezzare ogni sfumatura dello stile di vita mediterraneo.

Dagli echi di storia d’Italia ai paesaggi Unesco, dai grandi vini a Torino, il Piemonte guida la Top 10 mondiale delle regioni più belle. Lonely Planet ha presentato al Museo Nazionale del Cinema la nuova guida “Best in travel 2019”, dove inserisce il Piemonte tra le dieci regioni da visitare per il prossimo anno. Anzi, per gli autori di EDT è addirittura la prima. A far da traino sono stati i territori di Langhe, Roero e Monferrato, ma anche la città di Torino, con la spinta verso settori come gli eventi e l’enogastronomia, è piaciuta agli autori della guida. Sulla scelta, ha sottolineato Angelo Pittro, direttore marketing di Lonely Planet, ha pesato anche l’esposizione dell’Autoritratto di Leonardo da Vinci, prevista per il prossimo anno. Ma tra i luoghi segnalati ci sono il Museo del Cinema, le Ogr, il Museo Ettore Fico e Edit.

Se solo si pensa ai paesaggi Patrimonio Unesco di Langhe, Roero e Monferrato, da Alba all’Alta Langa, da Canelli con le sue cantine “cattedrali sotterranee” a Gattinara, meta non solo per buongustai ma anche per amanti della natura e dello sport. E, ancora, accanto ad una cucina tanto ricca di tradizione eppure rivisitata in chiave contemporanea, tra osterie e ristoranti stellati, tra agnolotti al plin e un calice di Barolo e Barbaresco, Barbera d’Asti e Asti, Gavi o Nizza Docg, per dirne alcuni, formaggi, nocciole, cioccolata, ci sono le risaie di Vercelli, “il tramonto sui Laghi Maggiore e d’Orta”, Novara e la spiritualità del Sacro Monte di Varallo a Biella, fino a Torino, prima capitale e Salotto d’Italia, scrigno “di residente sabaude, musei e capolavori della modernità”.

“Il risultato – ha commentato Alberto Sacco, assessore al turismo del Comune di Torino – è stato raggiunto insieme, perché promuoviamo l’intera regione anche a livello internazionale, siamo già stati a Copenhagen e presto saremo a New York”. Copenhagen è stata invece la destinazione migliore, secondo la guida, per quanto riguarda le città. E sembra che agli italiani piaccia particolarmente dato che, negli ultimi dieci anni, gli arrivi dal nostro Paese sono raddoppiati. Tra le altre zone segnalate ci sono il Perù e il Red Centre australiano, i cui rappresentanti sono intervenuti alla presentazione. Le destinazioni sono state scelte tra un ventaglio di mille proposte.

Vini, spiriti e aceti, positivo il bilancio 2022 ma cautela su prospettive 2023

02-12-2022 | News

In attesa di un 2023 per il quale gli organismi...

Comitato misto Italia-Francia-Spagna sul vino: la Ue ci ascolti sulle nuove etichette

02-12-2022 | News

Riunito a Roma il Comitato misto franco-spagnolo-italiano per il settore...

Lollobrigida: il governo si impegnerà a snellire la burocrazia per la filiera vino-spiriti

02-12-2022 | News

"Il 2022 è stato un anno complesso, cominciato sotto i...

L’elenco Masaf dei Laboratori designati all'analisi di prodotti biologici

01-12-2022 | Normative

Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato l'elenco dei Laboratori designati...

Enoturismo: a Montalcino, in estate presenze a +20% sul pre-Covid

01-12-2022 | Itinerari

“La scorsa estate Montalcino è tornata a essere il feudo...

Accordo di libero scambio Ue-Australia: si rischia l’inciampo sul Prosecco

30-11-2022 | News

I negoziati tra Unione Europea e Australia per un accordo...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.