L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Wine trekking, yoga, concerti e pic-nic tra i filari, corsi di cucina, vendemmia notturna. L’enoturismo di Assovini Sicilia promuove una visione olistica basata su nuovi stili e valori, una wine experience che è anche well-being e punta su fattori come attrattività, arte, ambiente, cultura, paesaggio, identità territoriale, wine resort, qualità e varietà gastronomica, tutela del paesaggio rurale.

Secondo un sondaggio 2021/2022 rivolto ai soci di Assovini Sicilia, nel 98% delle cantine degli associati ci sono spazi per la degustazione, il 50% ha un’attività di ristorazione all’interno della struttura, mentre i soci di Assovini Sicilia con ricettività alberghiera rappresentano il 33%. Più della metà è in grado di offrire un’esperienza a 360 gradi agli enoturisti: dalla degustazione ai corsi di cucina, i bike tour, l’aperitivo in vigna e le cooking class.

“Il vino, simbolo di eccellenza del Made in Sicily, è un complesso fattore culturale - commenta Laurent Bernard de la Gatinais, presidente di Assovini Sicilia -. La nostra associazione vuole valorizzare l’enoturismo siciliano declinato in una molteplicità di dimensioni che affiancano la produzione delle cantine associate. Il turismo enologico diventa un’esperienza a 360 gradi, well-being e veicolo per promuovere il territorio, il vino di qualità, le bellezze paesaggistiche, l’unicità del patrimonio storico-archeologico della Sicilia”. 

Consapevoli della crescita dell’enoturismo siciliano, i soci di Assovini Sicilia hanno scommesso sul binomio turismo e vino, sull’esperienza premium, e contribuiscono con successo a trainare il brand Sicilia valorizzando il legame con il territorio. Secondo il sondaggio che ha coinvolto 71 associati su 90, negli ultimi 5 anni, le aziende di Assovini Sicilia hanno registrato un incremento di presenze di oltre il 30%, con il 58% dei turisti stranieri a guidare l’incoming delle visite in cantina. La distribuzione geografica vede in testa gli Stati Uniti, la Germania, il Regno Unito, la Svezia e la Francia, tra i paesi di provenienza dell’enoturista che sceglie le aziende di Assovini Sicilia. “Gli associati hanno un duplice merito - continua il presidente di Assovini Sicilia - viaggiare nel mondo per far conoscere il brand Sicilia e promuovere il territorio e la cultura siciliana attraverso la wine hospitality and experience. Dietro ogni vino, infatti, c’è sempre una grande storia da scoprire”.

 

 

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

Please publish modules in offcanvas position.