L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Questo fine settimana sarà caratterizzato da celebrazioni per commemorare il Queen's Platinum Jubilee. Ma come sono cambiate le abitudini del bere dall'anno del Giubileo d'Oro del 2002 e dal Giubileo di Diamante del 2012? Se lo è chiesto The Drinks Business, giornale online britannico.

Di certo il movimento del bere "meno ma meglio" ha portato i britannici a ridurre il consumo di alcol negli ultimi anni. La categoria No e Low è in aumento e ora controlla una quota del 3,5% in volume del settore. 

Ma in vista delle celebrazioni, come si sono evoluti i gusti britannici rispetto ai precedenti Giubilei? Il controllo del mercato da parte della birra è sceso del 10% dal 2002, ovvero dal 70% al 60%. Mentre il consumo di vino è cresciuto da meno del 15% nel 2002 a quasi il 20% di oggi, secondo i dati IWSR. Anche gli alcolici hanno fatto progressi costanti, dal 3% al 5% della quota di categoria dal 2002.

Il sidro, che è raddoppiato dal 7% al 14% nel decennio tra il Giubileo d'oro e quello di diamante, è sceso al 12%. E i ready to drink hanno riguadagnato una certa popolarità, rappresentando il 2% ora, rispetto all'1% di 10 anni fa e al 3% di 20 anni fa.

Colpisce invece il fatto che il consumo di spumante inglese nel Regno Unito è più che triplicato dal Giubileo di diamante, secondo i dati IWSR. Più del 47% dei britannici che bevono spumante inglese lo sorseggiavano più di una volta alla settimana nel 2021, rispetto a solo uno su quattro nel 2017.

E molti britannici sono pronti a brindare ancora con un bicchiere di spumante inglese questo fine settimana, con uno su 10 che è pronto a sollevare un bicchiere del miglior vino d'Inghilterra, secondo Majestic.

Sia come sia, le vendite di spumanti inglesi sono aumentate di oltre il 58%. E non sorprende che i residenti delle Home Counties siano i consumatori più accaniti.

Quando si parla di cocktail, IWSR prevede che il Pornostar Martini, inventato lo stesso anno del Giubileo d'Oro, sarà il drink più trendy. Un aumento di interesse per i cocktail ha anche aumentato le vendite di alcolici.

 

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

Please publish modules in offcanvas position.