L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Un gin adatto alle alte quote e una birra artigianale prodotta in altitudine. Così British Airways ha deciso di festeggiare il suo centenario.

È la prima volta che la compagnia aerea fa produrre edizioni limitate ad hoc. Il gin è stato prodotto in partnership con la distilleria di Edimburgo Pickering’s che ha utilizzato 10 botaniche per creare un gin perfetto da assaporare in alta quota. Il gin è stato distillato con mirto aromatizzato al limone ideale, secondo il capo distillatore Matt Gammell per evitare la ‘taste blindness’, cioè l’opacità di aromi che si crea man mano che l’aereo prende quota. È stato infatti verificato scientificamente che l’aria secca e la bassa pressione cui siamo sottoposti quando voliamo appanna e riduce la nostra capacità di gusto e odorato, in particolare nell’identificare il dolce e il salato. Così i distillatori hanno effettuato diverse prove a diverse altitudini prima di trovare la ricetta perfetta.

LR769 118119 800x600 640x480

BA ha anche fatto produrre un vino del centenario (Bacchus 2018) dalla casa vinicola del Kent Chapel Down e lo ha inserito nel menù di bordo. Patnership anche per la birra, questa volta con la scozzese Brewdog che ha prodotto Speedbird 100, la prima birra fermentata a 40mila piedi di altitudine. Lo hanno fatto Martin Dickie e James Watt, fondatori della birreria: a bordo di un  Boeing 787 Dreamliners mentre sorvolava le valli scozzesi.

Infine il centenario è festeggiato con una limited edition di Marmite, la popolare crema spalmabile a base di estratto di lievito, ottenuto dal processo di produzione della birra. La compagnia ha infatti rivelato che si tratta del cibo più confiscato al controllo bagagli (spesso perché le confezioni eccedono i limiti): è stato quindi creato un barattolo apposito da poter custodire nel bagaglio a mano.

Last but not least, per I più tradizionalisti. Una confezione “da centenario” di afternoon tea che include uno scone (il tipico dolcetto d’accompagnamento) e una confezione di panna e marmellata.

British Airways non è comunque l’unica compagnia aerea ad aver fatto produrre edizioni dedicate. Icelandair ha fatto produrre una birra irlandese a suo marchio chiamata Snaebjört in onore dello “splendore della neve islandese”. Virgin Atlantic ha una partnership con Seedlip che produce analcolici e con un vermouth australiano. 

Il Veneto vuole la Valpolicella patrimonio Unesco

22-01-2020 | Itinerari

Il Consiglio regionale del Veneto ha votato all'unanimità una mozione...

Dazi Usa: firmata la tregua sui vini tra Macron e Trump

21-01-2020 | Estero

Dopo che il governo degli Stati Uniti ha minacciato fino...

Mipaaf: accordo con l'Indonesia per la promozione delle indicazioni geografiche

21-01-2020 | News

C'è anche la promozione delle nostre Indicazioni Geografiche nell'accordo tra...

Il cocktail più amato al mondo? Il Negroni non scalza (ancora) l'Old fashioned

21-01-2020 | Arte del bere

Il re dei cocktail classici resta l'Old Fashioned, seguito a...

Frodi: chiarimento del legislatore per gli spumanti "su punta"

20-01-2020 | Normative

L’Ispettorato Repressione Frodi ha diffuso ulteriori chiarimenti, in ordine alla presentazione di...

Consumatori sempre più interessati al vino, ma poco conoscitori

20-01-2020 | Studi e Ricerche

Nonostante i livelli di conoscenza del vino siano in calo...

© 2020 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.

No Internet Connection