L'arte del bere

Un panorama a 360° all'insegna del gusto e dello stile mediterraneo

Un nuovo Gin “firmato” da una star musicale. Prodotto dalla distilleria londinese Portobello Road, il gin è stato realizzato in collaborazione con Mark  Knopfler, leader dei Dire Straits ed è aromatizzato all’olio d’oliva.

Knopfler, considerato dalla rivista Rolling Stones uno dei 50 più grandi chitarristi di tutti i tempi, ha lavorato in questo progetto a stretto contatto con Jake F. Burger, co-fondatore di Portobello Road Gin. Il risultato è Local Heroes No.3: alla base il Gin della casa cui sono stati aggiunti nove botanicals, tra cui cetriolo, lime e olio d’oliva. Knopfler si è detto entusiasta del risultato del blend: “un aroma robusto e speziato, che spero sarà apprezzato anche dai miei fan”. “L’aggiunta di olio d’oliva - ha spiegato Burger - dà al Gin una particolare morbidezza che lo rende ideale per un grande cocktail Martini o per un Gibson, che tra l’altro è anche il marchio di una delle più iconiche chitarre elettriche”.

Le bottiglie sono in vendita anche online al prezzo di 40 sterline.

Knopfler era stato presentato alla distilleria da Brett Graham, chef proprietario del ristorante stellato The Ledbury, che aveva già collaborato in passato per la creazione di aromatizzazioni speciali, così come ha fatto anche il cuoco italiano Carlo Cracco.

Portobello Road è famosa per aver creato nel tempo diversi Gin non  convenzionali. Un Gin affumicato nel 2016 in occasione del 350° anniversario del grande incendio di Londra e nel 2017 il primo ‘pechuga’ Gin del mondo, distillato con petto di tacchino biologico.

Accordo di libero scambio Ue-Nuova Zelanda

05-07-2022 | Estero

Quattro anni dopo l'inizio delle trattative, Il 30 giugno scorso...

Più estero nella edizione di ottobre della Milano Wine Week

05-07-2022 | Arte del bere

La Milano Wine Week annuncia le date della nuova edizione...

International Wine Tour per conoscere le strategie di accoglienza delle aziende vitivinicole straniere

05-07-2022 | Trend

Negli ultimi due anni, grazie all’Italian Wine Tour, l’iconico camper...

Il Consorzio Vini d'Abruzzo primo a ottenere la certificazione di sostenibilità integrata "SI rating"

05-07-2022 | Arte del bere

Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo - che raggruppa oltre 200 produttori...

L’Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche

05-07-2022 | Estero

L'Alaska cambia le regole sulle licenze alcoliche. La nuova legislazione...

L’84% delle aziende vinicole ha certificazione di sostenibilità (ma lo comunica poco)

05-07-2022 | Studi e Ricerche

 L'84% delle aziende italiane del vino presenta almeno una certificazione...

© 2022 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.