Studi e Ricerche

Il progetto Vinebox, guidato da un consorzio, ha recentemente raggiunto un traguardo innovativo nel campo della sostenibilità nel settore vitivinicolo. L'obiettivo principale del progetto è quello di valorizzare in modo sostenibile i residui di potatura della vite, e di recente ha conseguito un successo significativo con lo sviluppo di una bobina di carta utilizzando cellulosa ottenuta dai tralci di potatura della vite.

Questa realizzazione rappresenta un passo avanti significativo nel perseguire l'efficienza e la sostenibilità all'interno del settore, dimostrando il potenziale della biomassa come fonte rinnovabile e responsabile per la produzione di bioprodotti. Inoltre, segna un passaggio cruciale verso l'obiettivo finale del progetto Vinebox: la produzione di confezioni e etichette sostenibili e completamente rinnovabili per le cantine coinvolte.

La bobina di carta, prodotta utilizzando cellulosa di qualità Naturcell®, è stata sviluppata rispettando rigorosi standard di qualità per la produzione di etichette e scatole per bottiglie. Queste nuove soluzioni verranno sottoposte a test da parte delle cantine partecipanti al fine di garantirne la qualità e l'affidabilità.

Il progetto Vinebox è finanziato dalla Unione europea e dal Centro per il Desarrollo Tecnológico y la Innovación (Cdti) con fondi Feder, con un budget di 879.539,00 € e un tempo di esecuzione di 30 mesi. 

Il progetto rappresenta un esempio tangibile di come l'innovazione e la collaborazione possano portare a soluzioni sostenibili e all'avanguardia nel settore vitivinicolo. La creazione di una bobina di carta utilizzando cellulosa derivata dai tralci di potatura della vite non solo dimostra il potenziale delle risorse rinnovabili, ma anche l'impegno dell'industria verso la sostenibilità e la protezione dell'ambiente.

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.