News

Una “deviazione significativa dal taglio del deficit strutturale”. Questo il principale rilievo espresso dalla Ue lettera che il commissario europeo per gli affari economici e monetari Pierre Moscovici ha consegnato ieri al ministro dell’Economia Giovanni Tria. Il bilancio italiano - si legge nella missiva cui la commissione Ue chiede chiarimenti ed esprime formalmente i rilievi sul progetto di legge di bilancio - mostra una deviazione “senza precedenti nella storia del Patto di stabilità”, dovuta ad una espansione vicina all’1% e ad una deviazione dagli obiettivi pari all’1,5%.

Nella missiva si sottolinea inoltre il mancato rispetto degli obblighi derivanti dal patto di stabilità e si chiede una risposta del Governo italiano entro lunedì 22 ottobre.

“Abbiamo ricevuto la lettera con le osservazioni della commissione - ha confermato il ministro, al termine del faccia a faccia con Moscovici -. Si apre quello che abbiamo definito un dialogo costruttivo partendo da valutazioni diverse sulla nostra politica economica. Abbiamo constatato queste valutazioni diverse, riteniamo di dovere approfondire le nostre spiegazioni delle ragioni della nostra politica, di far conoscere meglio alla commissione le riforme strutturali che porteremo avanti con la legge di bilancio e quindi di poter avvicinare speriamo le nostre posizioni”.

Da parte sua il commissario europeo ha ricordato che negli ultimi anni il nostro paese ha avuto “30 miliardi di euro di flessibilità, non si può dire che la commissione sia contro l’Italia”. Ha quindi lanciato segnali di apertura: “la commissione oggi (ieri ndr) non ha preso nessuna decisione, per tutte le tappe ci deve essere dialogo costruttivo”. 

“Non voglio mai fare il poliziotto cattivo - ha concluso -, non ho pronto un piano B, ho solo un piano A e il piano A è quello di restare insieme nella zona euro”.

Esonero contributivo per il periodo di febbraio 2021: ecco la circolare INPS

22-10-2021 | Normative

Segnaliamo la pubblicazione della circolare n. 156 del 21 ottobre...

Noli alle stelle, aumenti record per materie prime ed energia: così si rischia di vanificare la ripresa

22-10-2021 | News

Federvini lancia l’allarme sulle prospettive per i vini, gli spiriti e...

Vision 2030, il primo progetto che unisce manager, imprenditori e professionisti del vino

22-10-2021 | News

“Vision 2030 è un progetto esteso ai contributi di professionisti...

Rinascimento Culturale a Gussago

22-10-2021 | Itinerari

Gussago torna a intrattenere la comunità locale e i visitatori proponendo...

Regno Unito: le accise sull'alcool potrebbero essere radicalmente riviste

21-10-2021 | Estero

Il Sunday Times ha reso noto che il cancelliere del...

Carenza di camerieri? Il Giappone li rimpiazza con i robot

20-10-2021 | Estero

Come molti paesi, il Giappone soffre attualmente di una carenza...

© 2021 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.