News

Confrontarsi sulle criticità e migliorare tutti gli strumenti a disposizione per dare risposte agli agricoltori. Questi gli obiettivi del tavolo tecnico sulla Pac (Politica agricola comune), convocato in maniera permanente al Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, che ha tenuto il primo incontro il 2 febbraio.

Lo scopo è avviare un confronto tecnico-politico sulle modifiche da apportare, nell'immediato, alle misure della Politica agricola comune. Allo stesso tempo, si è iniziato a ragionare in prospettiva per immaginare una nuova Pac, a partire dal 2027. L'obiettivo, spiega il ministero in una nota, "è farsi trovare pronti alle prossime sfide. Perché questo strumento, se ben attuato, può diventare un elemento a difesa del reddito degli agricoltori e essere all'altezza delle esigenze del modello produttivo italiano, per continuare a creare ricchezza".
    Durante l'incontro è stata anche descritta l'attività di dialogo in corso a Bruxelles, per la valorizzazione della sovranità alimentare, un concetto su cui il governo ha garantito il proprio impegno.

"Un confronto costruttivo che ha portato la questione nelle sedi opportune" ha commentato il direttore generale di Confagricoltura, Annamaria Barrile.
"Apprezziamo - sottolinea Barrile - l'intervento immediato del governo sulla normativa nazionale e la volontà di lavorare in vista della prossima programmazione. Ora, occorre agire velocemente su alcuni temi della Pac, come gli ecoschemi e il regime sanzionatorio, oltre a rivalutare le politiche sulla condizionalità rafforzata e la soglia dei pagamenti nel nuovo contesto".
Sarà una tabella di marcia serrata, per far sì che il ministro Lollobrigida porti al Consiglio agricoltura Ue il 26 febbraio le proposte di modifiche alla Pac necessarie nell'immediato e per fornire le indicazioni fondamentali per la definizione dell'impianto della prossima programmazione.

Foto: Masaf

Qatar Duty Free acquisisce il monopolio di vendita degli alcolici

01-03-2024 | Estero

Qatar Duty Free ha annunciato l'acquisizione completa di Qatar Distribution...

Whiskey re dell’export di spirits Usa con una quota del 63%

01-03-2024 | Estero

Whiskey sul podio delle esportazioni di spirits americane, con una...

Grandi Borgogna: per acquistarli in Norvegia fino a un mese davanti al negozio in tenda

29-02-2024 | Trend

I norvegesi più appassionati di vini di Borgogna anche quest’anno...

Maxi furto di vini di pregio in Borgogna

29-02-2024 | Arte del bere

Un dipendente di una casa vinicola della Borgogna è sospettato...

Approvato il Ddl sull'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

29-02-2024 | Normative

Il Senato ha dato il suo via libera definitivo al...

Via libera definitiva al Regolamento sulle IG: ecco tutte le novità per la Dop economy

29-02-2024 | News

Il nuovo regolamento sulle Indicazioni geografiche dell'Unione europea di vini...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.