News

Nella Gazzetta Ufficiale di venerdì 26 novembre è stato pubblicato il c.d. DL Super Green Pass (DL n. 172/2021), provvedimento che reca nuove disposizioni in materia di Green pass, e dispone un riordino delle misure restrittive in luce dell’aumento dei contagi, introducendo a partire dal 6 dicembre fino al 31 gennaio 2022 il cosiddetto Green pass rafforzato, ottenibile solo con vaccinazione o guarigione e valido solamente 9 mesi. Il provvedimento sarà ora trasmesso al Senato.

Ecco tutte le misure del Decreto:

  • Obblighi vaccinali: si modifica il c.d. DL Covid Aprile (DL n. 44/2021) per disporre che:
    • Adempimento: si introduce l’art. 3-ter sull’adempimento dell’obbligo vaccinale per comprenderci la somministrazione della dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario.
    • Esenzione: non sussiste l’obbligo solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale.
  • Estensione dell’obbligo vaccinale: si estende l’obbligo vaccinale, compresa la dose aggiuntiva, per il personale della scuola, del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico dal 15 dicembre 2021 (Art. 2)
  • Durata Green Pass: il Green pass attesterà avvenuta vaccinazione al termine del ciclo vaccinale primario o della somministrazione della relativa dose di richiamo. La durata del Green pass è inoltre ridotta da 12 a 9 mesi. Si prevede inoltre che in caso di somministrazione della dose di richiamo successivo al ciclo vaccinale primario il Green pass abbia una validità di 9 mesi da quest’ultima somministrazione. (Art. 3)
  • Estensione dell’impiego delle certificazioni verdi: si estende l’impiego delle certificazioni verdi (artt. 6 e 9 DL n. 52/2021) agli spogliatoi, i servizi di ristorazione degli alberghi e ai mezzi di trasporto ferroviario anche comunali (Art. 4)
  • Impiego delle certificazioni verdi Covid-19 di avvenuta vaccinazione o guarigione: si prevede che, nelle zone gialla e arancione, la fruizione dei servizi, lo svolgimento delle attività e degli spostamenti, limitati o sospesi ai sensi della normativa vigente, sono consentiti esclusivamente a coloro in possesso del c.d. “Super green pass”, ossia un green pass per avvenuta vaccinazione o avvenuta guarigione, nel rispetto della disciplina della zona bianca (Art. 5)
  • Disposizioni transitorie: dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2022, nelle Regioni in zona bianca, lo svolgimento delle attività e la fruizione dei servizi per i quali in zona gialla sono previste limitazioni è consentito soltanto ai soggetti in possesso del Green Pass ottenuto tramite vaccinazione o avvenuta guarigione da Covid. (Art. 6)
  • Controlli relativi al rispetto delle disposizioni per il contenimento e la prevenzione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 : si prevede che il Prefetto territorialmente competente, entro 5 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, adotti un piano per l’effettuazione costante di controlli, anche a campione, avvalendosi delle forze di polizia e del personale dei corpi di polizia municipale. Il Prefetto successivamente trasmette al Ministro dell’Interno una relazione settimanale dei controlli effettuati nell’ambito territoriale di competenza. (Art. 7)
  • Campagna promozionale: il Dipartimento per l’informazione della Presidenza del Consiglio elabora un piano per garantire più ampi spazi sui mezzi di comunicazione alle campagne di informazione, formazione e sensibilizzazione sulla vaccinazione. (Art. 8)
  • Articolo 9 Misure urgenti in materia di controlli radiometrici: prevede che i termini per l’adozione del decreto ministeriale attuativo della Direttiva Euratom 2020, per determinare le modalità esecutive della sorveglianza radiometrica, l’elenco dei prodotti semilavorati metallici e dei prodotti in metallo oggetto della sorveglianza, i contenuti della formazione per il personale addetto e le condizioni di riconoscimento delle certificazioni dei controlli radiometrici sia fissato al 31 dicembre 2021. (Art. 9)

Timing 

Il Decreto-Legge è entrato in vigore sabato 27 novembre. Il provvedimento sarà ora trasmesso al Senato per la prima lettura in vista della conversione in legge: il termine è fissato al 26 gennaio 2022.

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.