News

Dal 3 al 6 aprile, ovvero una settimana prima della celebre China Food & Drinks Fair, si è tenuto un importante “fuorisalone” nei più famosi hotel della città: la “Chengdu Hotel Exhibition”.

L'evento è stato prescelto da Vinitaly come vetrina di elezione per presentare le eccellenze vinicole italiane: quest’anno il “Wine to Asia Chengdu Masterclass Roadshow 2021” si è tenuto presso il Convention Center dell'Intercontinental Chengdu Century City Paradise Hotel ed è stata la più grande edizione di sempre di Vinitaly a Chengdu con 63 aziende partecipanti e ben 4 Consorzi di tutela a testimonianza del crescente grande interesse dell’Italia per il mercato vinicolo cinese. Fitto il programma di eventi collaterali congiunti Wine to Asia e Vinitaly con 10 masterclass dedicate ai professionisti di settore

L’apertura del Masterclass Roadshow è stata affidata al corso intitolato “The Elegance of Italian Whites: An exploration of the lighter side of Italian wines” realizzato dall’Agenzia Ice di Pechino, frutto dell'investimento promozionale finanziato dal Maeci e condotto e presentato dalla prima Master of Wine cinese Ms. Fongyee Walker.

L’appuntamento è andato ad arricchire così le campagne di formazione enologica promosse dall’Agenzia Ice sul territorio cinese finalizzate a migliorare la conoscenza sull'amplissima diversità dei vitigni italiani e sulle virtuose caratteristiche organolettiche e qualitative dei nostri marchi, anche allo scopo di sfatare sistematicamente stereotipi e malintesi radicati nella percezione dei consumatori cinesi.

Il corso era riservato ai media e agli operatori (importatori, distributori, retailer ed agenti) e si poneva l’obbiettivo di rappresentare e valorizzare i grandi vini bianchi italiani ed i territori dai quali provengono in un mercato che storicamente preferisce i vini rossi.

La China Food & Drinks Fair è considerata il "barometro" dell'industria alimentare e vinicola cinese. La prima edizione risale al 1955, rendendola una delle più antiche mostre professionali su larga scala in Cina. L’evento attrae, infatti, ogni anno oltre tremila aziende del settore e 150.000 acquirenti professionali.

 

 

NoviAgri, primi prototipi e app per il controllo delle malattie in vigneto

23-02-2024 | Studi e Ricerche

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha illustrato...

Vermouth di Torino, consumi in crescita e nuovi “Ambasciatori”

23-02-2024 | Trend

Il Vermouth di Torino, tipica eccellenza del Piemonte, fa sempre...

Mezcal, un ingrediente artigianale nuova star della mixology

22-02-2024 | Trend

Il Mezcal, antica bevanda messicana, vive un momento di rinascita...

Vini dealcolizzati e parzialmente dealcolizzati: le faq della Commissione Ue

21-02-2024 | Normative

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 15 gennaio 2024 è...

Investimenti 2024-2025: il Masaf proroga le domande

21-02-2024 | Normative

Il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf)...

Ratifica dell’accordo Ue-Canada: i benefici per vini e spiriti italiani

20-02-2024 | News

Si è svolta  l’Audizione informale di Federvini sulla Ratifica ed esecuzione...

© 2024 Federvini - Federazione Italiana Industriali Produttori Esportatori ed Importatori di Vini, Acquaviti, Liquori, Sciroppi, Aceti ed affini.

Please publish modules in offcanvas position.